title_magazine

Africa First 2010

di Leonardo De Franceschi

I progetti di cortometraggio selezionati per il fondo Africa First della Focus Features

Con una conferenza stampa tenutasi il 12 ottobre a New York, sono stati annunciati i cinque vincitori del fondo di produzione Africa First, promosso dalla Focus Features e riservato a registi di cortometraggi, con nazionalità e residenza in un paese africano. Si tratta di tre nigeriani (Chika Anadu, Ebele Okoye e Julius Onah), un sudafricano (Lev David) e una ruandese (Jacqueline Kalimunda), che ognuno potrà contare su un contributo di 10.000 dollari per realizzare il proprio corto, oltre all’apporto di un gruppo di consiglieri, scelti tra le figure più significative del panorama del cinema in Africa.

Mentre Chika Anadu dirigerà The Marriage Factor (una commedia drammatica contemporanea sui rapporti tra una giovane e la madre ossessionata dal matrimonio) e Ebele Okoye filmerà con The Legacy of Rubbies un racconto ispirato alla tradizione orale con protagonista un giovane che sta per diventare re, Julius Onah curerà la regia di Nepa Don Quench (dramma su una vacanza estiva che diventa un test sulla tenuta di una famiglia), Lev David firmerà Boy and Bear (una favola che vede confrontarsi un ragazzo e un mostro) e Jacquelina Kalimunda Sky Burning Down (thriller su un immigrato clandestino preso in un dilemma morale).

Dei registi selezionati, l’unico nome noto nel panorama è quello di Jacqueline Kalimunda, che si era già fatta notare con il pluropremiato corto About Braids e con il documentario Homeland.
I cinque rimarranno in possesso dei diritti d’autore e dei diritti di distribuzione dei cort su tutti i territori, ad eccezione degli Stati Uniti, mentre Focus Features manterrà il diritto di prelazione su eventuali progetti di espansione dei corti in lungometraggi.
I cortometraggi prodotti nel corso delle due precedenti sessioni sono stati programmati in festival di prestigio come il Sundance, Toronto, la Berlinale e mostrati alla Film Society of Lincoln Center e al Museum of the Moving Image. Tra questi, Pumzi della keniota Wanuri Kahiu, recente vincitrice del Premio Città di Venezia (vi rimandiamo all’intervista L’Africa vista dal futuro realizzata in quest’occasione).

Il comitato di selezione è composto da: Mahen Bonetti, fondatrice e direttrice dell’African Film Festival di New York; Jihan El-Tahri, giornalista e filmmaker egiziana residente in Sudafrica; June Givanni, programmatrice per anni della sezione Planet Africa del Festival di Toronto; Clarence Hamilton, script editor e direttore di produzione presso la National Film and Video Foundation of South Africa (NFVF); il produttore mozambicano Pedro Pimenta; e infine lo Zimbabwese Keith Shiri, fondatore e direttore del festival Africa in the Pictures a Londra.

La Focus Features, che ha tra i titoli correnti il Leone d’Oro di Venezia 2010, Somewhere di Sofia Coppola, fa parte della NBC Universal, uno dei maggiori gruppi dell’audiovisivo statunitense, dedicato allo sviluppo, alla produzione e al marketing di film, spettacoli di intrattenimento e notizie.

Fonte: ArtMatters.info (artmatters.info).

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 31 maggio 2019

Riapre la Biblioteca IsIAO

Grazie alla collaborazione tra la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e l’Associazione (...)

martedì 9 aprile 2019

Minervini in sala a maggio

CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME? (What You Gonna Do When the World’s on Fire?) il film (...)

lunedì 1 aprile 2019

Il Rwanda alla Casa delle Donne

RWANDA, IL PAESE DELLE DONNE è il documentario di Sabrina Varani che sarà proiettato lunedì 8 (...)

venerdì 29 marzo 2019

FESCAAAL 2019: Tezeta Abraham madrina

Il prossimo sabato 30 marzo alle ore 10.00 presso l’Auditorium San Fedele di Milano si terrà la (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha