title_magazine

In Senegal il Mboro Film Festival promosso dall'italiana Cinemovel Foundation

a cura di Maria Coletti

Mboro Film Festival, Mboro sur Mer, Senegal (12-19 febbraio 2011)

“Mboro Film Festival, il festival della comunità”, è un progetto triennale (2011 – 2013) da attuarsi in Senegal, promosso dalla Fondazione Cinemovel, con la presidenza onoraria di Ettore Scola.
La storia e la mission della Fondazione Cinemovel sono entrambe orientate a favorire la diffusione del cinema itinerante quale straordinario strumento di sensibilizzazione, coinvolgendo la rete locale, nazionale e internazionale di tutti i soggetti che operano per la promozione sociale, culturale, sanitaria ed economica nei diversi paesi.
Cinemovel Foundation fa viaggiare il cinema per il sostegno e il rafforzamento della società civile attraverso il miglioramento delle capacità umane, lo stimolo alla crescita e lo scambio di informazioni, ponendo al centro delle sue azioni la qualità dell’esperienza e l’incontro tra tradizione e innovazione.

Il festival che si svolge a Mboro Sur Mer, 100 km a nord di Dakar, è un progetto triennale e si svilupperà negli anni 2011-2013. La prima edizione, a febbraio 2011, ha in programma una settimana di proiezioni diurne per gli studenti a scuola e proiezioni serali nel luogo più rappresentativo del villaggio, con la partecipazione del pubblico locale e straniero.
Ogni giorno il focus sarà su un tema sensibile per la comunità, dal punto di vista sociale, sanitario o educativo, seguito dalla proiezione di film o documentari che in varia forma si riferiscono alle tematiche individuate. Sarà invitato un autore italiano a presentare i suoi lavori in pubblico in scambio/confronto con un autore senegalese. Durante la settimana del festival prenderà inoltre avvio il primo corso di formazione per i giovani di Mboro che verterà sullo sviluppo delle capacità organizzative e sulla conoscenza delle attrezzature tecniche.

Queste le quattro finalità principali del progetto:
- promuovere la cultura cinematografica e la diffusione del cinema come strumento di comunicazione sociale (campagne sanitarie di prevenzione, di scolarizzazione, potabilizzazione dell’acqua, campagne informative per la difesa dei diritti e contro lo sfruttamento di donne e bambini, ecc.)
- promuovere percorsi formativi per giovani senegalesi, che non hanno accesso alla cultura e all’informazione, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie che facilitano lo scambio di saperi e competenze, come strumento di connessione al mondo contemporaneo
- promuovere percorsi formativi per i docenti delle scuole e per altri operatori della comunità, sull’uso dell’audiovisivo quale strumento per la didattica e per lo sviluppo individuale dei giovani
- promuovere la vocazione turistica del luogo, per la sostenibilità della comunità e del festival.

In occasione dell’edizione del 2011, inoltre, “Mboro Film Festival, il festival della comunità” si coniugherà con la Campagna mondiale in corso per l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace alle Donne Africane, riservando una attenzione particolare alla filmografia femminile senegalese, africana ed internazionale.

Per promuovere il festival ed il turismo responsabile in Senegal, la Cinemovel Foundation ha come partner l’Associazione Chiama il Senegal – viaggi e Turismo Responsabile di Chiama l’Africa, che ha predisposto un pacchetto molto vantaggioso che comprende viaggio in aereo, trasferimenti, gite, pasti.
Il gruppo di turisti, che prenderà parte al progetto, avrà modo di partecipare alle serate del festival sia come pubblico sia come ospite d’onore della comunità. Durante la giornata gli animatori locali organizzeranno visite guidate ai luoghi più suggestivi e alle città di interesse. I turisti potranno assistere ai vari momenti della vita del villaggio per fare quella conoscenza diretta delle persone e condividerne luoghi e momenti di vita familiare. Un’inedita modalità per partecipare alla vita di un villaggio attraverso la cultura e con una modalità partecipativa di finalità sociale.

Tra le escursioni previste nel pacchetto, la visita ad alcuni dei monumenti naturali più belli del globo, classificati dall’Unesco patrimonio universale dell’Umanità, quali l’isola di Gorée (piccola isola che, all’epoca della tratta degli schiavi, era l’ultimo avamposto prima del grande salto nell’oceano che conduceva all’America), Saint-Louis (ex capitale del Senegal, scoperta e battezzata dai colonizzatori francesi a metà del Seicento) e la visita al parco dei baobab e alla riserva delle tartarughe ed il tradizionale carnevale della comunità con musiche e danze africane.

Durante il soggiorno a Mboro i pernottamenti sono a Le campement des Niayes, un villaggio turistico appena inaugurato gestito da una coppia franco-senegalese. Altre informazioni pratiche sono riportate nel pacchetto di viaggio scaricabile dal sito dell’agenzia. Ovviamente è possibile prenotare anche al di fuori del pacchetto proposto.

INFO:

CINEMOVEL FOUNDATION
www.cinemovel.tv

ASSOCIAZIONE CHIAMA IL SENEGAL – Viaggi e Turismo Responsabile di Chiama l’Africa
www.chiamasenegal.it

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha