title_magazine

Quasi amici

di Olivier Nakache e Eric Toledano

La strana coppia

24 febbraio 2012: l’attore francese Omar Sy vince il César come miglior attore per Quasi amici (Intouchables) diretto dalla ormai consolidata coppia Olivier Nakache ed Eric Toledano. La conquista di un riconoscimento così importante accompagna l’uscita italiana del film campione d’incassi in Francia Quasi amici: una fortunata coincidenza che speriamo porti fortuna al film di Nakache e Toledano, loro quinta regia insieme. Osannato dalla critica e dal pubblico francese Quasi amici è ispirato ad una storia vera e i due registi e sceneggiatori ne hanno saputo trarre una commedia amara che lascia spazio alle risate e alle lacrime: Olivier Nakache e Eric Toledano hanno dunque trovato una storia semplice ma intensa, e sono riusciti a raccontarla in modo sincero ed onesto.

Quasi amici racconta di un incontro tra due persone appartenenti a due mondi completamente differenti: Philippe è un ricco aristocratico costretto sulla sedia a rotelle in seguito ad un incidente, Driss è un ragazzo di origini senegalesi proveniente dalle banlieue e appena uscito di prigione. Philippe ha bisogno di un badante mentre Driss ha bisogno di un lavoro per avere tutti i documenti in regola. In seguito ad un improbabile colloquio, Philippe, contro ogni previsione e con stupore dei suoi collaboratori, sceglie di mettere in prova Driss per un mese. A poco a poco i due imparano a conoscersi e la vicinanza forzata che oltrepassa la sfera dell’intimità e della riservatezza, trasforma il loro rapporto avvicinando due mondi opposti.

Olivier Nakache e Eric Toledano hanno dunque trasformato in finzione la vera storia di Philippe Pozzo di Borgo e Yasmin Abdel Sellou, badante di origini algerine: il rapporto realmente esistito è sicuramente uno dei motivi che hanno condotto il film in un porto sicuro. Sapere che dietro l’improbabile amicizia di Philippe e Driss c’è una verità fondata porta lo spettatore inevitabilmente a un maggior coinvolgimento emotivo che fa passare in secondo piano lo schema prevedibile con il quale Nakache e Toledano portano avanti il racconto. I due registi si sono lasciati andare a un sistema lineare dietro al quale forse si sono anche un po’ nascosti da possibili e pericolosi imprevisti. Tutto questo non toglie a Quasi amici la sua piacevole forza emotiva e coinvolgente, dovuta in particolar modo all’interpretazione dei due attori protagonisti che da soli sostengono il film, il navigato François Cluzet e il giovane Omar Sy, presenza ormai fissa nei film di Nakache e Toledano (Tellement proches nel 2009, Nos jours heureux nel 2006, e Ces jours heureux nel 2002): non a caso dunque Sy ha vinto il César proprio grazie a Quasi amici.

I primi piani intensi di Driss e Philippe portano avanti la loro storia anomala, buffa e ricca di stranezze: il loro rapporto si costruisce piano, piano protetto dalle mura dell’enorme casa di Philippe, mentre all’esterno c’è il mondo pieno di rischi e sfide che entrambi cercano di evitare. Driss e Philippe sono i due opposti sotto ogni punto di vista, culturale, fisico e sociale e questo incontro così unico viene raccontato in modo politicamente scorretto e senza ipocrisie: in questo modo il rapporto tra Driss e Philippe prende il sopravvento su qualunque altro elemento del film conquistando l’attenzione completa, assorta ed empatica dello spettatore che viene travolto dal sorriso sincero e ingenuo di Driss e dallo sguardo malinconico di Philippe.
Quasi amici in Francia ha superato il record d’incassi di Giù al nord, aspettiamo ora di sapere se il pubblico italiano sarà ugualmente coinvolto e trascinato dall’insolita amicizia di Philippe e Driss.

Alice Casalini


Ti piace Cinemafrica e vuoi contribuire con un piccolo contribuito alle spese redazionali e di gestione del portale? Ora puoi, versando anche solo pochi euro attraverso PayPal.

Cast & CreditsQuasi amici (Intouchables)
Regia: Olivier Nakache, Eric Toledano; sceneggiatura: Olivier Nakache, Eric Toledano; fotografia: Mathieu Vadepied; colonna sonora: Ludovico Einaudi; montaggio: Dorian Rigal-Ansous; scenografia: Olivia Bloch-Lainé; costumi: Isabelle Pannetier; interpreti: François Cluzet, Omar Sy, Anne Le Ny, Audrey Fleurot, Clotilde Mollet, Alba Gaïa Kraghede Bellugi, Cyril Mendy, Christian Ameri, Grégoire Oestermann, Marie-Laure Descoureaux; origine: Francia, 2011; formato: 35 mm, 1.85, Dolby Srd; durata: 112’; produzione: Quad Productions; distribuzione: Medusa; Facebook: http://www.facebook.com/Intouchables.lefilm; sito italiano: http://it.cinema.yahoo.com/quasi-amici/

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha