title_magazine

Cinemafrica per Atse Tewodros Project

a cura di Leonardo De Franceschi

Dal giardino incantato della terra da dove viene, per parte di madre, Gabriella Ghermandi - nata ad Addis Abeba nel 1965 ma bolognese d’adozione, narratrice, performer, cultrice di memorie orali e musicali - arriva un nuovo fiore prezioso, un nuovo progetto, lanciato a dir il vero a fine agosto, che a noi di Cinemafrica piace molto e quindi sosteniamo con convinzione. Atse Tewodros Project prende il nome da uno dei più amati Imperatori della storia d’Etiopia, e si prefigge di diffondere in Occidente, e in particolare in Italia, la musica etiope; sostenere i musicisti etiopi che suonano strumenti tradizionali, e che iniziano a scomparire; dare l’opportunità a musicisti italiani di esplorare un contesto musicale nuovo.

Questi obiettivi verranno perseguiti attraverso la produzione di un CD di musica Jazz Ethio-Italian dal titolo Atse Tewodros Project composto ed eseguito in un incontro tra etiopi e italiani; uno spettacolo dal vivo interculturale e interdisciplinare (in particolare di musica, narrazione e danza) con la partecipazione di artisti italiani ed etiopi. Un aspetto fondamentale del progetto è la creazione di una opportunità di incontro tra artisti etiopi e italiani. Per realizzare il progetto invitiamo tutti i lettori di Cinemafrica a sostenerlo con il loro contributo fattivo: si tratta principalmente di finanziare il viaggio dei musicisti italiani in Etiopia per la elaborazione e la registrazione dei brani. Acquistando almeno una quota (15€) di "Atse Tewodros Project" si potrà diventare sostenitori attivi del progetto, e ci si assicurerà una copia del CD, che si prevede possa essere ultimato nell’estate 2013.

Nella pagina dedicata al progetto sul sito produzionidalbasso.com potrete vedere lo spot promozionale dell’iniziativa e ascoltare in anteprima due demo del futuro CD, primo saggio notevole delle doti di cantante di Ghermandi, nota ai più solo per il pregevole romanzo d’esordio Regina di fiori e di perle e per i suoi spettacoli teatrali, l’ultimo dei quali (La bambina che resta) è stato presentato di recente e con successo al Piccolo di Milano.
Per parte nostra, sosterremo il progetto lasciando quest’articolo di presentazione per un mese nella nostra homepage e attraverso una nota dedicata nella nostra newsletter; il minimo che possiamo fare, pur trattandosi di un’iniziativa extra-cinematografica, per chi, come noi, ama la musica di Mulatu Astatke (ma non solo: e allora la nostra Saba Anglana, e l’afrotedesca Senait Mehari?...)

Link utili per sottoscrivere il progetto:
Produzioni dal basso - Atse Tewodros Project
Gabriella Ghermandi

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
mercoledì 19 settembre 2018

On line il sito Missing at the Borders

E’ on line il sito https://missingattheborders.org/ che intende dare voce e dignità alla famiglie (...)

mercoledì 19 settembre 2018

In sala La libertà non deve morire in mare

Esce nelle sale giovedì 27 settembre con Distribuzione Indipendente il documentario La libertà (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: alle GdA due premi per Joy

Alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia ben due premi sono andati a Joy della (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: premiato 1938 Diversi

Presentato fuori concorso a Venezia 75 - in sala dall’11 ottobre e il 23 ottobre su Sky Arte - (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha