title_magazine

Fespaco 2019: i premi

di Maria Coletti

Sabato 2 marzo si è svolta la cerimonia di chiusura della 26ma edizione del Festival Panafricano di Cinema e Televisione di Ouagadougu, uno dei più antichi festival del continente africano, che, a cadenza biennale, ha celebrato quest’anno i suoi primi 50 anni.
Un appuntamento molto seguito da critica e addetti ai lavori, ma anche molto popolare, ed è meraviglioso sapere che più di di 5000 ragazzi hanno partecipato al festival, che ha organizzato autobus ad hoc per far partecipare una trentina di istituti scolastici di Ouagadougu e di città limitrofe.

Ma veniamo al Palmarès ufficiale.
Il primo premio, lo Stallone d’Oro di Yennenga, è stato vinto dal regista ruandese Joël Karekezi con il suo film The Mercy of the Jungle (La miséricorde de la jungle) [nella foto], una coproduzione franco-belga che affronta il genocidio ruandese e denuncia l’assurdità della guerra.
Il secondo premio, lo Stallone d’Argento, è andato a Karma dell’egiziano Khaled Youssef
Il terzo premio, lo Stallone di Bronzo, è stato attribuito al film tunisino Fatwa di Mahmoud Ben Mahmoud.

Ecco qui di seguito i principali premi ufficiali.

Migliore interpretazione maschile: Marc Zinga nel film « THE MERCY OF THE JUNGLE » di Joel KAREKEZI (Rwanda)

Migliore interpretazione femminile: Samantha Mugatsia nel film RAFIKI di Wanuri KAHUI (Kenya)

Migliore sceneggiatura: primo premio a REGARDE-MOI (LOOK AT ME) di Nejib BELKADHI (Tunisia) e secondo premio a KETEKE di Peter SEDUFIA (Ghana)

Migliore fotografia: MABATA BATA di Joao Luis SOL DE CARVALHO (Mozambico)

Migliore suono: KARMA di Khaled YOUSSEF (Egitto)

Migliore musica: SEW THE WINTER TO MY SKIN di Qubeka JAHMIL X.T (Sudafrica)

Migliore scenografia: DESRANCES di Apolline TRAORE (Burkina Faso)

Migliore montaggio: MABATA BATA di Joao Luis SOL DE CARVALHO (Mozambico)

Premio Oumarou Ganda: ILA AKHIR EZZAMAN (JUSQU’A LA FIN DES TEMPS) di Yasmine CHOUIKH (Algeria)

Nella categoria lungometraggi documentari, lo Stallone d’Oro è andato a LE LOUP D’OR DE BALOLÉ di Aïcha BORO (Burkina Faso), lo Stallone d’Argento a AU TEMPS OÙ LES ARABES DANSAIENT di Jawad RHALIB (Marocco) e lo Stallone di Bronzo a WHISPERING TRUTH TO POWER di Shameela SEEDAT (Sudafrica).

Il primo premio nella categoria dei film’d’animazione è stato attribuito a BRISKA della tunisina Nadia RAIS, mentre, per le serie TV africane, il primo premio è stato assegnato a PETITES HISTOIRES, GRANDES VERITÉS (PHGV) di Ambrose B. COOKE (Ghana).

Per l’elenco completo dei premi, rimandiamo al sito del festival:
https://fespaco.bf/blog/fespaco-2019-the-mercy-of-the-jungle-de-joel-karekezi-du-rwanda-remporte-lor/

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha