title_magazine

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

di Maria Coletti

#metoo anche nel cinema africano

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: Cinéastes non-alignées (CCNA - Cineaste non allineate) e Noire n’est pas mon métier (Nera non è il mio mestiere). Anche nel continente africano si solleva a gran voce il tema del ruolo delle donne e degli abusi all’interno del mondo del cinema e dell’audiovisivo, in questo caso a partire dalla serie Tv africana Le Trône, diretta dal regista Tahirou Tasséré Ouédraogo, serie che era anche in competizione al Fespaco.

In occasione della conferenza organizzata dal collettivo CCNA durante il festival sul tema del Ruolo delle donne nell’industria del cinema africana e della diaspora, l’attrice e assistente Azata Soro, seconda assistente del regista burkinabè Tahirou Tasséré Ouédraogo, ha testimoniato l’aggressione subita da parte del regista, proprio sul set della serie Le Trône, selezionata dal Fespaco.

Azata Soro ha raccontato di essere stata insultata, picchiata e colpita in viso con una bottiglia rotta, tanto da aver avuto 8 punti sulla guancia, dal regista che poi è stato giudicato e condannato per questo, ma che non ha avuto nessuna conseguenza a livello professionale e tanto meno sul film, in concorso al Fespaco e sostenuto da TV5 Monde.

Per questo motivo i collettivi CCNA e Noire n’est pas mon métier hanno denunciato il grave fatto e lanciato un boicottaggio contro la serie, con queste parole:
"Per ragioni etiche è inammissibile che questo film sia stato selezionato dal Fespaco nell’ambito del cinquantenario del festival. Noi chiediamo quindi che Le Trône sia escluso dal concorso e che la direzione del festival e tutti/e i/le partecipanti professionali esprimano con un gesto forte e solidale il loro sostegno contro ogni violenza e abuso nei confronti delle donne nell’industria del cinema in Africa. Invitiamo inoltre a firmare la petizione e a diffonderla il più possibile".

Qui è possibile leggere e firmare la petizione:
https://www.change.org/p/cineastesnonalignees-gmail-com-soutenons-azata-soro-boycott-de-la-s%C3%A9rie-le-tr%C3%B4ne-au-fespaco

Qui c’è un video della denuncia durante la conferenza sulle donne africane nel cinema:
https://www.youtube.com/watch?v=SHKKeuCW0fE

Qui un’intervista all’attrice Nadège Beausson-Diagne e a Azata Soro:
https://www.youtube.com/watch?v=P8DkxKQms2o

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
venerdì 31 maggio 2019

Riapre la Biblioteca IsIAO

Grazie alla collaborazione tra la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e l’Associazione (...)

martedì 9 aprile 2019

Minervini in sala a maggio

CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME? (What You Gonna Do When the World’s on Fire?) il film (...)

lunedì 1 aprile 2019

Il Rwanda alla Casa delle Donne

RWANDA, IL PAESE DELLE DONNE è il documentario di Sabrina Varani che sarà proiettato lunedì 8 (...)

venerdì 29 marzo 2019

FESCAAAL 2019: Tezeta Abraham madrina

Il prossimo sabato 30 marzo alle ore 10.00 presso l’Auditorium San Fedele di Milano si terrà la (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha