Panafricana Newsletter #5 - Speciale Cinemafrica

PANAFRICANA NEWSLETTER # 5
SPECIALE CINEMAFRICA
Novembre 2006
a cura di Maria Coletti

SOMMARIO

Eventi ed iniziative: Cinemafrica / Panafricana / Yeelen
Da oggi, tre siti per il cinema africano in Italia
Aderite alla petizione per il progetto Mediatecafrica
Il numero zero del Magazine di Cinemafrica dedicato alla Festa di Roma
Tre festival in arrivo su Cinemafrica

Notizie – Cinema
Iniziata la campagna mondiale di Cinesoumoud
Making off di Nouri Bouzid in concorso alle JCC di Tunisi
L’orchestra di Piazza Vittorio al Nuovo Sacher
Le rose del deserto di Monicelli in sala il 1° dicembre
Io, l’altro di Mohsen Melliti al festival Capri, Hollywood
Iniziate in Angola le riprese di Forse Dio è malato
In arrivo a dicembre il festival Desert Nights
"Expressions maghrébins": numero speciale sulla Tunisia

Notizie – Cultura
“Dall’Africa”: mostra fotografica di Ryszard Kapuscinski
La Tv araba Al Jazeera festeggia i primi dieci anni
Una mostra interattiva per l’equo e solidale
Presentato il libro Ti seguirò oltre mille colline. Un’infanzia africana
Senghor omaggiato al Centro Culturale Francese di Palermo
Un libro sull’età dell’oro africana

Notizie – Società
Stop al decreto sugli immigrati in nero
Italia-Africa: nuovi rapporti, nuova cooperazione
Burundi: primo sciopero dei giornalisti radio-televisivi
Caffè amaro: la Oxfam contro la multinazionale Starbucks
Una delegazione etiope a Terra Madre
Un convegno verso il FSM di Nairobi
La Libia acquista PC portatili per le scuole
Fame nel mondo: un fallimento

Festival in arrivo
Lumières d’Afrique, 4-12 novembre
MedFilmFestival, 5-19 novembre
Torino Film Festival, 10-18 novembre
Festival International du Film d’Amiens, 10-19 novembre
Journées Cinématographiques de Carthage, 11-18 novembre
Cape Town World Cinema Festival-Sithengi Film & Tv Market, 14-21 novembre

NOTIZIE

Eventi ed iniziative: Cinemafrica / Panafricana / Yeelen

Da oggi, tre siti per il cinema africano in Italia
Vi presentiamo i nostri tre siti, finalmente on line, dedicati al cinema dall’Africa e sull’Africa.
Accanto al sito del festival Panafricana (www.panafricana.it) - che avrà a dicembre una nuova veste grafica di mantenimento, aggiornata e ancora più agile - siamo felici di presentarvi altri due siti da noi dedicati al cinema africano.
Sul sito della nostra associazione Yeelen (www.yeelen.it) potete trovare tutte le informazioni sulle nostre attività, i nostri progetti e le modalità di iscrizione; potete inoltre aderire alla raccolta di firme per il lancio del Progetto Mediatecafrica, a cui teniamo particolarmente.
Il sito di Cinemafrica (www.cinemafrica.org), appena uscito on line, è il primo portale/rivista in Italia dedicato esclusivamente al cinema africano e sull’Africa, con tutte le informazioni sui film africani distribuiti in Italia e tutti gli strumenti per muoversi nel variegato mondo del cinema africano in Italia e sul web, e con un Magazine di approfondimento. Tra gli articoli, la recensione in esclusiva del film Sorry, Haters – America, dopo (con Abdel Kechiche, il regista di La schivata), di prossima uscita in Italia e visto per voi in anteprima.
Visitate i nostri 3 siti, vi aspettiamo!

Aderite alla petizione per il progetto Mediatecafrica
Da anni coltiviamo il progetto di un centro polifunzionale, in grado di soddisfare le esigenze di un’utenza composita, unita dalla voglia di conoscere l’Africa attraverso il cinema: il cinema dei registi africani, di quelli che – figli o eredi di migranti – lavorano fuori dalla loro terra d’origine, e di quelli che – occidentali – guardano proprio all’Africa come grande crocevia di immaginari.
Il progetto di Mediatecafrica nasce proprio da queste esigenze e prevede la realizzazione di uno spazio destinato ad essere al contempo: la sede operativa di Yeelen, in cui progettare e organizzare le sue attività, a partire dal festival Panafricana; una mediateca aperta a titoli di interesse africano, in cui sia possibile visionare i film dell’archivio di Panafricana e non solo; un centro di documentazione, in cui sia possibile consultare libri, riviste, rassegne stampa dedicate a cineasti e opere dal e sull’Africa; uno spazio-incontri nel quale organizzare corsi, laboratori, cineforum.
La mediateca e il centro di documentazione possono già contare su un ricco patrimonio di base, costituito dai materiali accumulati nell’organizzazione di Panafricana.
Leggi il testo integrale della Petizione e aderisci anche tu: basta una firma…
VEDI ON LINE: Petizione MediatecaAfrica

Il numero zero del Magazine di Cinemafrica dedicato alla Festa di Roma
Sul Magazine di Cinemafrica (www.cinemafrica.org) potete leggere tutti gli articoli sull’Africa alla prima edizione di Cinema. Festa Internazionale di Roma.
Ecco l’indice.

Festival:
L’Africa alla Festa di Roma
New Cinema Network #1: Nabil Ayouch
New Cinema Network #2: Zézé Gamboa
New Cinema Network #3: Khalo Matabane

Visioni:
Akeelah and the Bee di Doug Atchison
Azur et Asmar di Michel Ocelot
Black Gold di Marc e Nick Francio
Cidade dos homens di Fernando Meirelles e altri
Il vento e il leone di John Milius
Jamal di Luisella Ratiglia
Kinshasa Palace di Zeka Laplaine
Lo straniero di Luchino Visconti
Mon colonel di Laurent Herbiet
Omaret Yacoubian (Yacoubian Building) di Marwan Hamed
Ritorni di Giovanna Taviani

Conversazioni:
Incontro con Michel Ocelot
Conversazione con Marc e Nick Francis
Conversazione con Zézé Gamboa
Conversazione con Costa Gavras
Conversazione con Laurent Herbiet
Conversazione con Giovanna Taviani

Tre festival in arrivo su Cinemafrica
Tre importanti festival dedicati al cinema dall’Africa e dal Mediterraneo in cartellone a novembre: il Med Film Festival (Roma, 5-11 novembre), il Festival International du Film d’Amiens (Amiens, 10-19 novembre) e le Journées Cinématographiques de Carthage (Tunisi, 11-18 novembre).
L’edizione 2006 del festival biennale di Tunisi, in particolare, rappresenta un’occasione importante, dato che quest’anno ricorre il cinquantennale dell’indipendenza della Tunisia (1956) e il quarantennale della prima edizione delle JCC, che, fondate nel 1966, sono state il primo festival di cinema africano ad essere realizzato in Africa.
I redattori di Cinemafrica seguiranno i tre festival: sul prossimo numero del Magazine, a dicembre, troverete tutti gli articoli, le recensioni e le interviste che li riguardano.

Notizie – Cinema

Iniziata la campagna mondiale di Cinesoumoud
Il 6 novembre è stata avviata la campagna internazionale dei Cinéastes Solidaires per il Libano e la Palestina: “Solidarietà con il Libano e la Palestina: per un’insurrezione del pensiero”. I cortometraggi video realizzati finora sono stati raccolti in un DVD di circa 90’ dal titolo Cinesoumoud. Des Films courts pour le Liban et la Palestine, da proiettare il 6 novembre e nelle settimane e mesi a seguire, in tutte le città che vorranno aderire all’iniziativa. L’evento ha preso il via a Parigi (Cinema Les 3 Luxembourg) e in più di 40 località francesi. Altre proiezioni sono previste a Beirut, Gaza, Tunisi, Gerusalemme, Tel-Aviv, Il Cairo, Berlino, Roma, Barcellona e poi in Camerun e in Grecia. Per aderire e per richiedere il DVD: cineastessolidaires@hotmail.fr, www.cinesoumoud.net

Making Off di Nouri Bouzid in concorso alle JCC di Tunisi
Il film Making off (Kamikaze) di Nouri Bouzid è in concorso allo storico Festival di Tunisi, le Journées Cinématographiques de Carthage (11-18 novembre). Dopo l’omaggio dedicatogli nella sezione Lezioni di Cinema all’ultima edizione di Panafricana, dove aveva presentato in anteprima alcune sequenze della sua ultima creazione, il padre del nuovo cinema tunisino presenterà il film in anteprima mondiale alle JCC.

L’orchestra di Piazza Vittorio al Nuovo Sacher
L’orchestra di Piazza Vittorio di Agostino Ferrente, dopo la presentazione internazionale al Festival di Locarno e il grande successo di pubblico (in sala dal 22 settembre per Lucky Red), arriva al Nuovo Sacher da venerdì 10 novembre abbinando al film serate di musica: tutti i giorni, dopo l’ultimo spettacolo delle 21, concerto dell’Orchestra di Piazza Vittorio, con ospiti a sorpresa. Biglietto unico 7 euro. Vai al sito ufficiale del film: www.orchestradipiazzavittorio.it

Le rose del deserto di Monicelli in sala il 1° dicembre
Dopo l’incontro con Mario Monicelli alla Festa di Roma, in occasione della presentazione del documentario Muoiono soltanto gli… di Margherita Ferrandino e Giovanni Veronesi – un lunga intervista a Monicelli sul set del film in Tunisia, in un negozio di barbiere – esce finalmente in sala Le rose del deserto, distribuito da Mikado. Tratto dal romanzo di Mario Tobino Il deserto della Libia, il film ripercorre la guerra coloniale italiana in Libia ed è interpretato da Michele Placido, Giorgio Pasotti e Alessandro Haber. Vai al sito ufficiale del film: www.mikado.it

Io, l’altro di Mohsen Melliti al festival Capri, Hollywood
Ad inaugurare la undicesima edizione di Capri, Hollywood (27 dicembre-2 gennaio) sarà il film Io, l’altro di Mohsen Melliti (regista tunisino esiliato politico in Italia da 15 anni): un film sul terrorismo, distribuito dalla Fox ed interpretato e prodotto da Raoul Bova. L’anteprima della Fox sarà il momento clou della giornata inaugurale, che sarà dedicata alla solidarietà e alla tolleranza.

Iniziate in Angola le riprese di Forse Dio è malato
Sono iniziate ad ottobre in Angola le riprese di Forse Dio è malato, film documentario tratto dall’omonimo saggio di Walter Veltroni, prodotto da Ager 3 e distribuito dall’Istituto Luce. Il documentario, diretto da Franco Brogi Taviani, si svilupperà come una vera e propria inchiesta, ma avrà un elemento unificante nella musica, che farà da filo conduttore attraverso racconti di cantanti e musicisti tradizionali e moderni.

In arrivo a dicembre il festival Desert Nights
Si terrà dall’1 al 7 dicembre alla Casa del Cinema l’unica edizione del festival Desert Nights: Tales from the Desert, sotto la direzione artistica di Irene Bignardi, coadiuvata da un comitato di esperti. Una manifestazione organizzata dalle Nazioni Unite in occasione dell’Anno Internazionale dei Deserti e della lotta alla Desertificazione. Tra gli eventi, una proiezione speciale, in collaborazione con la Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia: il cortometraggio documentario Escursione nell’Alto Egitto (Produzione Pathé, 1912), musicato per l’occasione. Il programma completo sarà reso noto il 15 novembre.
Sito: www.desertnightsfestival.org

"Expressions maghrébins": numero speciale sulla Tunisia
L’ultimo numero della rivista spagnola in lingua francese "Expressions maghrébins" è una monografia sulle varie espressioni artistiche tunisine. La rivista - edita dall’Università di Barcellona - è curata dal Coordinamento Internazionale dei Ricercatori sulle Letterature Maghrebine. Pur dedicato essenzialmente allo studio e l’analisi di testi letterari, il volume Expressions tunisiennes, a cura di Guy Dugas, contiene anche alcuni interessanti contributi sul cinema tunisino, analizzato con saggi di più ampio respiro (Cinéma tunisien: quelle évolution di Denise Brahimi), ma anche con case-studies (Bedwin Hacker di Nadia El Fani, Satin Rouge di Raja Amari e Halfaouine di Ferid Boughedir) e il raffronto tra autori (Moufida Tlatli e Ferid Boughedir). _ Sito: www.limag.com/em.htm

Notizie – Cultura

“Dall’Africa”: mostra fotografica di Ryszard Kapuscinski
È stata inaugurata il 24 ottobre, in occasione della presentazione della nuova Biblioteca Europea di Roma presso il Goethe Institut (via Savoia 15), la mostra Dall’Africa: 40 fotografie di Ryszard Kapuscinski, grande reporter che ha molto viaggiato e vissuto in Africa, raccontando l’immensità del continente da un punto di vista più umano.

La Tv araba Al Jazeera festeggia i primi dieci anni
La Tv araba satellitare Al Jazeera ha scelto il teatro municipale di Piacenza per il concerto che, il 1° novembre, ha celebrato in diretta satellitare i dieci anni di vita dell’emittente televisiva del Quatar. L’Orchestra Filarmonica Italiana di Piacenza e il Coro del Municipale, diretto dal maestro Corrado Casati, hanno eseguito la sinfonia Elegie d’Orient, composta per l’occasione dal compositore libanese Marcel Khalife.

Una mostra interattiva per l’equo e solidale
In cartellone fino al 17 novembre al Museo Pigorini di Roma la mostra-gioco interattiva “Io viaggio… equo e solidale”, curata dal CIES (Centro Informazione Educazione allo Sviluppo) in collaborazione con Ucodep e Fairtrade Transfair Italia e con il finanziamento del Ministero degli Affari Esteri e il contributo di Coop. Obiettivo del progetto è un’azione di educazione ai diritti umani, svolta attraverso la formazione sul tema del commercio equo e solidale. L’iniziativa si rivolge in particolare a bambini e ragazzi in età scolare (scuole elementari e medie inferiori), nella convinzione che, da consumatori passivi, possano crescere diventando veicoli di comportamenti più consapevoli di acquisto e consumo. Per info: cies@cies.it

Presentato il libro Ti seguirò oltre mille colline. Un’infanzia africana
Nell’ambito delle iniziative culturali delle Biblioteche di Roma, è stato presentato il libro di Hanna Jansen, Ti seguirò oltre oltre mille colline. Un’infanzia africana (Edizioni TEA): un romanzo che ripercorre, attraverso gli occhi di una bambina sopravvissuta al genocidio ruandese, la capacità di rialzarsi e guardare di nuovo al futuro, grazie all’amicizia.

Senghor omaggiato al Centro Culturale Francese di Palermo
In occasione del centenario della nascita di Léopold Sédar Senghor (il 9 ottobre), il Centro Culturale Francese di Palermo lo ha ricordato con una giornata di studio, presso l’Istituto Regina Margherita. Tra gli eventi, la relazione di Jacques Chévrier (Traversées des terres sengghoriennes) e la proiezione del documentario Léopold Sédar Senghor. Cent ans de négritude

Un saggio sull’età dell’oro africana
In Occidente molti pensano che la storia dell’Africa sia cominciata nel Quattrocento, quando gli europei avviarono l’esplorazione del continente. Per smentire questo luogo comune, la rivista inglese “New African” del mese di ottobre ha pubblicato ampi estratti del nuovo libro dello storico Robin Walker, When We Ruled, dedicato all’età dell’oro africana, il Medioevo, quando decine di civiltà fiorirono in tutto il continente, anticipando spesso di duecento anni le conoscenze scientifiche europee.

Notizie – Società

Stop al decreto sugli immigrati in nero
“Se dovessimo pensare che l’irregolare che denuncia il fatto dell’irregolarità ottiene per ciò stesso un permesso di soggiorno, faremmo un gigantesco favore alla criminalità organizzata che gestisce clandestini”: con queste parole il ministro dell’Interno Giuliano Amato ha contrastato la proposta di modifica dell’art. 18 del Testo unico sull’immigrazione avanzata da Paolo Ferrero, ministro della Solidarietà sociale.

Italia-Africa: nuovi rapporti, nuova cooperazione
Martedì 15 novembre, per la serie “I Martedì dell’Africa” di Chiama l’Africa, si terrà un dibattito straordinario presso l’Università Roma Tre. Il tema dell’incontro sarà “Italia-Africa: nuovi rapporti e nuova cooperazione”. L’ospite d’onore, Patrizia Sentinelli – vice Ministra agli Affari Esteri con delega all’Africa Subsahariana ed alla Cooperazione, sarà intervistata da Anna Maria Gentili, Pasquale De Muro, Guido Barbera e Jean Leonard Touadi. L’appuntamento è alle 17 presso l’Università Roma Tre – Facoltà di Economia, via Silvio D’Amico 111.
Sito: www.chiamafrica.it

Burundi: primo sciopero dei giornalisti radio-televisivi
Un aumento dei salari e migliori condizioni di lavoro: questo è quanto chiedono i giornalisti della Radio e Televisione nazionale burundese (Rtnb), che hanno aderito al primo sciopero nella storia della radiotelevisione pubblica in Burundi. Circa 300 giornalisti su 400 si sono astenuti dal lavoro e si sono assembrati nel piazzale antistante la sede della Rtnb, nella capitale Bujumbura. Fonte: misna@misna.org

Caffèamaro: la Oxfam contro la multinazionale Starbucks
L’associazione umanitaria britannica Oxfam ha accusato il colosso delle caffetterie Starbucks di impedire all’Etiopia di far rispettare il marchio di due tipi di semi di caffè, impedendo così ai coltivatori un potenziale introito di oltre 74 milioni di euro. Oxfam sostiene che l’azienda americana di caffè – che nell’anno concluso il primo ottobre ha registrato un fatturato di 6,1 miliardi di euro – impedisce all’Etiopia di imporre un marchio di protezione a due delle sue più conosciute qualità di caffè, Sidamo e Harar. Se l’Etiopia, uno dei paesi più poveri del mondo, ci riuscisse, questo consentirebbe al paese di controllare l’utilizzo sul mercato di questo prodotto, dando ai suoi coltivatori una percentuale maggiore del prezzo di vendita, con un extra valutato in circa 48 milioni di sterline, oltre 71 milioni di euro. Come ha dichiarato Tadesse Maskela, a capo della Oromia Coffee Farmers Cooperative Union in Etiopia: “I negozi di caffè possono vendere le qualità Sidamo e Harar sino a 14 sterline la libbra (40 euro al chilo), per via della ricercatezza dei loro semi. Ma i coltivatori etiopi guadagnano dal loro raccolto dai 45 centesimi a un euro al chilo, nemmeno sufficienti a coprire i costi di produzione”. Per saperne di più, leggi la recensione e l’intervista ai registi del documentario Black Gold, presentato alla Festa di Roma. E guarda il sito del film: www.blackgoldmovie.com

Una delegazione etiope a Terra Madre
L’edizione 2006 di Terra Madre (Torino, 24-30 ottobre) - l’incontro mondiale tra le comunità del cibo curato da Slow Food in collaborazione con Ministero per le Politiche Ambientali e Forestali, Cooperazione Italiana allo Sviluppo-Ministero degli Affari Esteri, Città di Torino e Regione Piemonte – ha visto anche quest’anno una nutrita partecipazione dall’Africa. In particolare, a proposito di Etiopia, 20 sono stati i delegati da questo paese africano, in rappresentanza di 8 comunità di cibo etiopi: i produttori di caffè di foresta (probabile futuro Presidio), i produttori di kollo (orzo tostato), i produttori di grano duro, i produttori di miele del Tigrai, la cooperativa di produttori di teff (cereale antichissimo, utilizzato per preparare l’ingera, il pane locale), la comunità di pastori seminomadi, i raccoglitori di incenso e i produttori di miele del vulcano Wonchi. Visita il sito: www.terramadre2006.org

Un convegno verso il FSM di Nairobi
Indetto a Milano un convegno su “Diritti fondamentali e mercato globale”, di preparazione al Forum Sociale Mondiale di Nairobi del 2007: la clausola democratica dell’Unione Europea come avvio della discussione sulla centralità degli individui e dei soggetti sociali negli accordi commerciali. Milano, Camera del Lavoro, 1-2 dicembre, Corso di Porta Vittoria 43. Contatti: info@dirittiemercato.it

La Libia acquista PC portatili per le scuole
Il governo della Libia ha raggiunto un accordo con una società non-profit statunitense per la fornitura di 1,2 milioni di computer portatili destinati agli studenti libici. Si tratta di laptop a basso costo nati per iniziativa di una delle fugure di rilievo del Massachusetts Institute of Technology, Nicholas Negroponte, fratello del direttore dei servizi dell’Intelligence statunitense John Negroponte. Il suo progetto (“One Laptop per Child”) ha il sostegno del programma per lo sviluppo dell’Onu : l’obiettivo è quello di fornire computer ai bambini in età scolare in tutto il mondo al costo di 140 dollari. Il progetto specifico con la Libia dovrebbe essere completato entro il giugno 2008 e permettere a tutti i bambini in età scolare di connettersi a internet attraverso computer di tipo “educativo”.

Fame nel mondo: un fallimento
A dieci anni dalla Dichiarazione di Roma, che impegnava i governi a dimezzare il numero dei sottoalimentati nel mondo entro il 2015, le cifre sono allarmanti. La Fao ammette il fallimento: l’obiettivo è sempre più lontano e irraggiungibile. Il Rapporto annuale sullo Stato di insicurezza alimentare nel mondo, presentato ad ottobre, mostra inoltre come, in alcune aree del mondo – l’Africa tra queste – la situazione non solo non è migliorata, ma è in peggioramento. Per questi motivi, Action Aid International ha lanciato la campagna “Che state a FAO?”, per denunciare l’insufficiente impegno politico e finanziario degli ultimi dieci anni da parte dei governi e della comunità internazionale.
Visita il sito: www.chestateafao.it

Festival in arrivo

Lumières d’Afrique – Festival des Films Africains
Besançon, 4-12 novembre 2006
Arrivato alla sesta edizione, il festival è organizzato dall’associazione _ Apaca ed è interamente dedicato alla più recente produzione dall’Africa e sull’Africa.
Sito: www.lumieresdafrique.com

MedFilmFestival
Roma, 5-19 novembre 2006
La dodicesima edizione del festival del cinema mediterraneo è calibrata sul tema “Identità e lavoro”. Il focus di quest’anno è dedicato alla Spagna, ma sono molte le proiezioni e gli incontri riservati alla recente produzione maghrebina.
Sito: www.medfilmfestival.org

Torino Film Festival
Torino, 10-18 novembre 2006
Non c’è bisogno di presentazioni per un festival di riferimento per il cinema giovane, indipendente, sperimentale, arrivato all’edizione numero 24. A noi sta a cuore però soprattutto un titolo, selezionato in concorso. Si tratta di Bled Number One di Rabah Ameur-Zaimeche: un regista francese di origine algerina che firma (e interpreta) un’opera seconda struggente, tra autobiografia, racconto e riflessione intorno al tema dell’esilio e del ritorno.
Sito: www.torinofilmfest.org

Festival International du Film d’Amiens
Amiens, 10-19 novembre 2006
Giunto alla 26ma edizione, il festival è dedicato alla scoperta delle aree meno conosciute e più periferiche del cinema, lavorando a cavallo tra formati, generi e provenienze geografiche, con una ricca selezione di film dal Sud del mondo. Come ogni anno, copiosa è la selezione di titoli dall’Africa, con novità, retrospettive ed omaggi.
Sito: www.filmfestamiens.org

Journées Cinématographiques de Carthage
Tunisi, 11-18 novembre 2006
Le storiche JCC, primo festival africano nato sul continente, festeggiano i primi 40 anni. Fondate nel 1966, quest’anno il quarantennale si aggiunge ad un’altro anniversario importante da ricordare: i 50 anni dell’Indipendenza.
Sito: www.jccarthage.org

Cape Town World Cinema Festival
Cape Town, 14-21 novembre 2006
Il cinema sudafricano è tra i più produttivi e propositivi del continente. Il festival, nato nel 1995 per promuovere il cinema africano e le relazioni internazionali tra professionisti del settore, si è imposto come una delle più importanti vetrine cinematografiche, grazie anche alla presenza del mercato (Sithengi Film & Tv Market), che si tiene in concomitanza con il festival, quest’anno dal 16 al 18 novembre.
Sito: www.sithengi.co.za

Enregistrer au format PDF

fine_sezione
title_news
venerdì 31 maggio 2019

Riapre la Biblioteca IsIAO

Grazie alla collaborazione tra la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e l’Associazione (...)

martedì 9 aprile 2019

Minervini in sala a maggio

CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME? (What You Gonna Do When the World’s on Fire?) il film (...)

lunedì 1 aprile 2019

Il Rwanda alla Casa delle Donne

RWANDA, IL PAESE DELLE DONNE è il documentario di Sabrina Varani che sarà proiettato lunedì 8 (...)

venerdì 29 marzo 2019

FESCAAAL 2019: Tezeta Abraham madrina

Il prossimo sabato 30 marzo alle ore 10.00 presso l’Auditorium San Fedele di Milano si terrà la (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha