title_magazine

Panafricana 2007: aspettando il 2008...

La settima edizione di Panafricana si è chiusa da qualche giorno ed è venuto il momento di fare un piccolo bilancio.

Innanzitutto vogliamo ringraziare di cuore tutti gli spettatori: il nostro piccolo grande pubblico, affezionato, critico ed attento che ci ha seguito con passione anche in questa edizione particolarmente difficile. È anche grazie a voi che siamo riusciti a portare avanti il nostro percorso, perché se i film hanno bisogno del pubblico, ne hanno bisogno anche i festival. Fare scoprire nuovi sguardi sul mondo, nuovi angoli di cinema, è per noi il dono e la soddisfazione più grande, assieme alla possibilità di dare nuovi spazi e visibilità a registi e film che altrimenti resterebbero al di fuori delle nostre frontiere, anche cinematografiche.

E un grazie di cuore va naturalmente a tutto lo staff di Panafricana, in larghissima parte composto da volontari. Una squadra giovane, dinamica e variegata che ha lavorato assieme a noi con grande affiatamento e senso della responsabilità, a tutti i livelli: dal coordinamento all’ufficio stampa, dalla segreteria organizzativa fino agli stagisti. Pensiamo davvero che ciascuno di voi abbia dato il meglio di sé ed abbia saputo condividere gioie e dolori, urgenze e sorprese con lo spirito giusto.

Non ci nascondiamo certo che quest’anno la fine del festival è stata più triste: guardiamo al 2008 che si avvicina e, per la prima volta dopo tanti anni, non sappiamo dire con certezza se riusciremo a continuare nella nostra strada ed a rendere possibile un’ottava edizione. Con i mezzi assolutamente ridotti e precari di quest’anno, certo non sarà possibile.

Ma faremo di tutto, faremo il possibile. Ci stiamo mettendo in moto già da ora e speriamo vivamente, con il sostegno di chi finora ci ha aiutato e condivide il nostro progetto, di riuscire a mettere insieme una rete di partner più grande, in grado di darci finalmente la possibilità di trasformare il nostro festival in un evento annuale con una progettualità che possa guardare al futuro con una certa tranquillità, senza dover ogni volta ricominciare da zero e scontrarsi con mille difficoltà finanziarie e burocratiche.

Questo è il nostro sogno e sarà il nostro impegno per il 2008. Ma non dipende solo da noi…

Speriamo davvero di poter festeggiare insieme l’edizione 2008 del festival come una rinascita, e anche, perché no, di poter organizzare nel frattempo altri piccoli eventi per rimanere in contatto con voi. E naturalmente vi aspettiamo sul sito di Cinemafrica (www.cinemafrica.org), oltre che su quello di Panafricana: veniteci a visitare, troverete sempre nuovi articoli, news e collegamenti per saperne di più sul cinema dall’Africa e sull’Africa!

Un abbraccio, buone feste e buon 2008!

Maria Coletti e Leonardo De Franceschi

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha