title_magazine

Sidney Poitier Collection

di autori vari

Durante un’afosa notte d’estate del 1967 nella cittadina di Sparta dello stato del Mississipi inizia l’avventura dell’ispettore Virgil Tibbs che in breve è diventato un’icona dei polizieschi americani e non solo. Il volto di Tibbs è indissolubilmente legato a quello di Sidney Poitier, prima star afroamericana a far parte dell’olimpo hollywoodiano, che in seguito al successo ottenuto con I gigli del campo (Lilies of the Field, 1963) è diventato icona di se stesso. Non è un caso che sia proprio Poitier, un attore che ha diviso con ogni suo personaggio il valore simbolico del ruolo rappresentato, a vestire i panni di Virgil Tibbs ispettore della squadra omicidi di Philadelphia e poi di San Francisco nei tre film della serie che la 20th Century Fox ha riunito in un cofanetto: Sidney Poitier Collection contiene La calda notte dell’ispettore Tibbs (In the Heat of the Night, 1967) di Norman Jewison, Omicidio al neon per l’ispettore Tibbs (They Call Me Mr. Tibbs, 1970) di Gordon Douglas e L’organizzazione sfida l’ispettore Tibbs (The Organization, 1971) di Don Medford.

Benvenuti a Sparta, Missisippi: questo cartello accoglie gli stranieri che giungono nella cittadina del sud degli USA, tutti tranne Virgil Tibbs. L’ispettore rimane casualmente coinvolto nell’omicidio di un ricco imprenditore della contea. Tibbs viene prima accusato, in quanto uomo di colore, dalla polizia del posto e in un secondo momento, scoperta con stupore la sua professione, è coinvolto nelle indagini nonostante l’ostilità degli abitanti e in parte della polizia stessa. Negli anni delle lotte per i diritti civili La calda notte dell’ispettore Tibbs, tratto dall’omonimo romanzo di John Ball e diretto dal Norman Jewison di Jesus Christ Superstar (id., 1973), si schiera politicamente: un poliziesco che indaga e analizza la società americana di quegli anni e le differenze ancora forti tra Nord e Sud. Sidney Poitier incarna l’idea della società che una certa America cerca di portare avanti e non è un caso che nello stesso anno, il 1967, si trova ad interpretare rispettivamente Virgil Tibbs e il Dottor John Prentice di Indovina chi viene a cena? (Guess Who’s Coming to Dinner, 1967), di Stanley Kramer: Poitier è un uomo integro che rispetta le regole e affronta con fredda consapevolezza le ostilità della società che lo circonda, proprio come i suoi personaggi.

Se La calda notte dell’ispettore Tibbs vede Virgil solo e lontano dal suo mondo, in Omicidio al neon per l’ispettore Tibbs si torna a una struttura più classica, con l’ufficio di polizia, la grande città, i colleghi e i rapporti con i superiori e soprattutto si scopre l’uomo, il marito e il padre con il suo lati fragili, i difetti, i punti deboli. Tibbs viene messo alla prova perché ad essere accusato di omicidio è il suo amico reverendo Logan Scarpe, ministro di Dio politicamente impegnato che sta portando avanti la battaglia per il decentramento di quartiere. Tra le luci e le ombre che si nascondono nell’animo, La calda notte dell’ispettore Tibbs e Omicidio al neon per l’ispettore Tibbs seguono un percorso di analisi dei lati oscuri e profondamente umani dei loro protagonisti, accompagnati dalla colonna sonora originale di Quincy Jones.

L’intreccio tra film tra giallo e politica è ancora presente nell’ultimo film della serie, L’organizzazione sfida l’ispettore Tibbs, nel quale Poitier infrange le rigide regole imposte dal distintivo, nel tentativo di sventare il traffico di droga, così da aiutare un gruppo di ex tossicodipendenti e vittime indirette del business degli stupefacenti che la polizia non riesce ad arrestare. Ancora una volta il buio, la notte e le luci artificiali sono il terreno nel quale meglio si muove Tibbs, ormai giunto a un momento critico.

Sidney Poitier Collection, pur non offrendo particolari extra, fatta eccezione per i trailer originali, è una buona occasione per vedere i tre film uno dopo l’altro, scoprendone affinità e differenze, e per godere dell’interpretazione di Poitier e contemporaneamente poter osservare i cambiamenti della società statunitense di fine anni ’60 inizio ’70.

Alice Casalini

Cast & Credits


In the Heat of the Night (La calda notte dell’ispettore Tibbs)
Regia: Norman Jewison; soggetto: John Ball; sceneggiatura: Stirling Silliphant; fotografia: Haskell Wexler; montaggio: Hal Ashby; musiche: Quincy Jones; scenografia: Paul Groesse, Robert Priestley; interpreti: Sidney Poitier, Rod Steiger, Warren Oates, Lee Grant, Larry Gates, James Patterson, Quentin Dean, Anthony James; origine: USA, 1967; durata: 109’; produzione: The Mirisch Corporation.

They Call Me Mr. Tibbs (Omicidio al Neon per l’ispettore Tibbs)
Regia: Gordon Douglas; soggetto: John Ball; sceneggiatura: Alan Trustman, James R. Webb; fotografia: Gerald Perry Finnerman; montaggio: Bud Molin; musiche: Quincy Jones; scenografia: Addison Hehr; interpreti: Sidney Poitier, Barbara McNair, Martin Landau, Anthony Zerbe, Edward Asner, Jeff Corey, Norma Crane; origine: USA, 1970; durata: 104’; produzione: The Mirisch Production Company.

The Organization (L’organizzazione sfida l’ispettore Tibbs)
Regia: Don Medford; soggetto: John Ball; sceneggiatura: James R. Webb; fotografia: Joseph F. Biroc; montaggio: Ferris Webster; musiche: Gil Melle; scenografia: George B. Chan; interpreti: Sidney Poitier, Barbara McNair, Gerald S. O’Loughlin, Sheree North, Fred Beir, Allen Garfield, Bernie Hamilton, Graham Jarvis, Raul Julia; origine: USA, 1971; durata: 103’; produzione: The Mirisch Production Company.

Sidney Poitier Collection
Distribuzione homevideo: 20th Century Fox Home Video; data di uscita: 29/04/2008.
DVD nella confezione: 3; supporto: DVD5; regione: 2; formato video: 16:9 - 1.85:1; formato audio: Dolby Digital, Inglese, Italiano, Francese, Spagnolo Mono; tracce audio: italiano, inglese, francese, spagnolo; lingue sottotitoli: italiano, inglese, francese, olandese, ungherese, portoghese; contenuti extra: trailer originale.


Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
martedì 9 aprile 2019

Minervini in sala a maggio

CHE FARE QUANDO IL MONDO È IN FIAMME? (What You Gonna Do When the World’s on Fire?) il film (...)

lunedì 1 aprile 2019

Il Rwanda alla Casa delle Donne

RWANDA, IL PAESE DELLE DONNE è il documentario di Sabrina Varani che sarà proiettato lunedì 8 (...)

venerdì 29 marzo 2019

FESCAAAL 2019: Tezeta Abraham madrina

Il prossimo sabato 30 marzo alle ore 10.00 presso l’Auditorium San Fedele di Milano si terrà la (...)

mercoledì 27 marzo 2019

Fescaaal 2019: il premio Mutti-AMM2019

Viene presentato oggi al FESCAAAL di Milano - mercoledì 27 marzo, ore 19.00 - il Premio (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha