title_magazine

MedFilm Festival – Cinema del Mediterraneo a Roma

di Maria Coletti

Quindicesima edizione, 7-15 novembre 2009

Il MedFilm Festival – Cinema del Mediterraneo a Roma (7-15 novembre 2009) porterà nella capitale molti ospiti internazionali che accompagneranno un ricco programma di lungometraggi, corti e documentari, alcuni dei quali in anteprima: un’occasione preziosa per scoprire cinematografie e autori che continuano a regalare emozioni e importanti conferme.
Ospiti d’Onore dell’edizione 2009 del festival sono il Marocco, esempio di una cinematografia giovane che si sta imponendo anche come modello produttivo, e la Francia, un’industria cinematografica che ha saputo farsi laboratorio e fucina creativa per i talenti del Sud del mondo.

Tra gli eventi collaterali di maggior rilievo, la 2. edizione delle Giornate Professionali del Cinema Mediterraneo, importante evento rivolto a produttori internazionali, ma anche a sales agent e distributori attivi in tutta Europa e nell’area del Mediterraneo, nella convinzione della necessità di agevolare il maggior numero di occasioni di incontro e scambio tra operatori.

Si rinnova inoltre per il nono anno consecutivo il Progetto Methexis, una diretta emanazione del Festival, che rende parte attiva della manifestazione gli studenti delle scuole nazionali di cinema dei Paesi aderenti al progetto, i futuri protagonisti del cinema europeo e mediterraneo.

Le sale romane che ospitano la 15. edizione del MedFilm Festival sono l’Auditorium Conciliazione per la serata di apertura (7 novembre) e la cerimonia di premiazione (14 novembre), il Palazzo delle Esposizioni (8-13 novembre), il Nuovo Cinema Aquila (8-13 novembre) e l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici (8-15 novembre), che ospita anche una sezione omaggio alla regista Claire Denis.

Tra i film in concorso, segnaliamo: Hijab El-Hobb (Amours voilées) di Aziz Salmy (Marocco, 2006); London River di Rachid Bouchareb (Francia/Algeria/UK, 2009); Dowaha (Buried secrets) di Raja Amari (Tunisia/Svizzera/Francia, 2009) e Good Morning, Aman di Claudio Noce (Italia, 2009).

Nella sezione omaggio al Nuovo Cinema Marocchino, invece, ricordiamo: Mona Saber di Abdelhai Laraki (2001), Al ouyoune al jaffa (Les Yeux secs) di Narjiss Nejjar (2002), Mémoires en détention di Jillali ferhati (2004), L’Enfant endormi di Yasmine Kassari (2004), Le Grand voyage di Ismael Ferroukhi (2004, che è anche il film d’apertura del festival) e WWW-What a Wonderful World di Faouzi Bensaidi (2006).

Infine, nella interessante sezione Le Regard des Autres, troviamo due film da non perdere, per chi non li avesse già visti, o magari da rivedere: Mascarades di Lyes Salem (Algeria/Francia, 2008) e Ehky ya Scheherazade (Sheherazade, Tell Me a Story) di Yousry Nasrallah (Egitto, 2009).

Per informazioni più complete sul festival e per scaricare il programma delle diverse sale, rimandiamo al sito ufficiale:
http://www.medfilmfestival.org/medfilm2009/it/home.php

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
giovedì 21 marzo 2019

Rappresentare le migrazioni oggi

Lunedì 25 marzo, alle ore 17.30, in via della Dogana Vecchia 5 (Roma) si svolgerà la serata (...)

giovedì 21 marzo 2019

Fescaaal 2019: apre Fiore gemello

La cerimonia di apertura del 29° Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (FESCAAAL) (...)

lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha