title_magazine

Good morning Aman

di Claudio Noce

Marzo è iniziato con lo sciopero degli immigrati che hanno manifestato in tutta Italia per chiedere il riconoscimento dei diritti, per ricordare che non sono criminali, non sono clandestini ma sono i nuovi cittadini. Per questa giornata è stato scelto come slogan Primo Marzo, una giornata senza immigrati per ricordare quanto sia fondamentale e radicata la loro presenza nella società italiana. Gli immigrati svolgono i lavori che gli italiani non vogliono più fare e se si fermano, si ferma molta dell’attività produttiva e ne sono consapevoli come ricorda uno degli immigrati che popolano il quartiere Esquilino a Roma e intervistati da Caludio Noce in Aman e gli altri, breve documentario inserito tra i contenuti speciali del dvd di Good morning Aman (2009). Il 23 febbraio è uscita l’edizione homevideo del lungometraggio d’esordio di Claudio Noce. Il dvd, edito dalla Cecchi Gori, presenta due contenuti speciali che aiutano a comprendere il percorso seguito dal regista per la realizzazione di Good morning Aman con Valerio Mastandrea e il giovane Said Sabrie, già protagonista del corto Adil e Yusuf.

Il film racconta la storia del giovane Aman che, partito il suo amico Said, una notte, sul tetto di un palazzo a Roma, s’imbatte in Teodoro, ex pugile che vive incastrato nei propri incubi e in un passato da espiare e dimenticare. Tra i due nasce una strana e insolita amicizia, con loro s’incontrano due mondi opposti e da questo avvicinamento nasce in entrambi la voglia di uscire dal torpore, dalla gabbie nelle quali si sono chiusi. Claudio Noce ha dichiarato che «esiste un vero Aman» e che ha tratto ispirazione del racconto della sua vita per il soggetto di Good morning Aman e del cortometraggio Adil e Yusuf. Il mondo di Aman, il quartiere dell’Esquilino nel centro di Roma dove vivono, ormai da anni, le comunità d’immigrati, è quello che Noce ha indagato nel documentario Aman e gli altri: quindici minuti nei quali gli immigrati dell’Esquilino si raccontano, le loro storie diverse s’incontrano, le aspettative, i sogni, le difficoltà. Noce penetra i loro volti con la macchina da presa che si muove, indaga, osserva, segue, alterna bianco e nero a colore per raccontare un mondo con lo stesso stile che si ritrova in Good morning Aman e in Adil e Yusuf. Noce segue i personaggi e interagisce con loro attraverso la presenza, volutamente esplicita, anche se a tratti ingombrante, della macchina da presa, in continuo movimento.

Il mondo degli immigrati a Roma visto attraverso gli occhi disincantati di un ragazzo, senza cliché o false ipocrisie, questo è l’elemento di forza di Good morning Aman alle spalle del quale c’è un’indagine profonda seguita dal regista che si capisce ancor meglio se dopo aver visto il film si ha la possibilità di vedere Aman e gli altri e Adil e Yusuf. L’edizione homevideo del film di Noce riassume il processo creativo che c’è stato alla base di Good Morning Aman, punto di arrivo di un percorso intrapreso dal regista che dimostra l’onestà e la conoscenza di una realtà dei cui si parla molto ma che non si conosce abbastanza. Aman, Adil, Yusuf e tutti gli abitanti dell’Esquilino intervistati da Noce fanno parte di una realtà complessa e stratificata che spesso si tende ad ignorare, la nostalgia di un paese lasciato solo a causa della guerra e non per motivi di povertà, la dignità di chi resiste nonostante l’indifferenza delle istituzioni e della società. L’edizione homevideo del film di Noce è un’occasione per approfondire la realtà vissuta dagli immigrati a nella capitale ma anche un percorso per comprendere il percorso del regista, la storia di Aman e la sua evoluzione nella sceneggiatura di Good morning Aman.

Alice Casalini

Cast & CreditsGood morning Aman
Regia: Claudio Noce; sceneggiatura: Heidrun Schleef, Diego Ribon, Claudio Noce, Elisa Amoruso; fotografia: Michele D’Attanasio; suono: Mirko Perri; montaggio: Andrea Maguolo, Paola Freddi (in collaborazione con); scenografia: Paki Meduri; costumi: Veronica Fragola; interpreti: Valerio Mastandrea, Said Sabrie, Anita Caprioli, Amin Nur, Giordano De Plano, Adamo Dionisi, Sandra Toffolati, Rino Diana; origine: Italia, 2009; formato: 35 mm, colore; durata: 103’; produzione: DNA Cinematografica, Rai Cinema, Relief, con il contributo del MiBAC; distribuzione: Cinecittà Luce. DVD nella confezione: 1; supporto: DVD9 – singolo lato doppio strato; regione: 2; formato video: 16:9 – 2.35:1; formato audio: Dolby Digital; tracce audio: Italiano (originale, 5.1); lingue sottotitoli: Italiano per non udenti, Inglese, Francese; contenuti extra: Documentario Aman e gli altri di Claudio Noce, Cortometraggio Adil e Yusuf di Caludio Noce, Trailer e Spot Tv; distribuzione homevideo: CG Home Video S.R.L.

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
mercoledì 19 settembre 2018

On line il sito Missing at the Borders

E’ on line il sito https://missingattheborders.org/ che intende dare voce e dignità alla famiglie (...)

mercoledì 19 settembre 2018

In sala La libertà non deve morire in mare

Esce nelle sale giovedì 27 settembre con Distribuzione Indipendente il documentario La libertà (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: alle GdA due premi per Joy

Alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia ben due premi sono andati a Joy della (...)

lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: premiato 1938 Diversi

Presentato fuori concorso a Venezia 75 - in sala dall’11 ottobre e il 23 ottobre su Sky Arte - (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha