title_magazine

Sokho, dal Senegal alla Spagna

di Simone Lucarelli

In cantiere la prima coproduzione fra i due paesi

Per iniziativa del Festival de Cine Africano de Tarifa, è stato stipulato il primo accordo tra Senegal e Spagna per la coproduzione di un lungometraggio. Il film, basato sulla sceneggiatura della regista Marie Ka, sarà coprodotto dalla galiziana Carmen de Miguel. Il film è basato su una delle sceneggiature che, nell’ambito dell’edizione del 2009, vennero presentate al Foro de Coproducción Cinematográfica ispano-africano África Produce, patrocinato dall’Agencia España de Cooperación Internacional y Desarrollo (AECID).
Il film, che verrà intitolato Sokho, è scritto e diretto dalla senegalese Marie Ka e verrà prodotto dalla galiziana Carmen de Miguel. La sceneggiatura di Sokho si aggiudicò nel 2009 il primo premio da parte dell’officina delle sceneggiature sostenuto da Casa África durante il FESPACO.

Questo primo contratto di coproduzione cinematografica tra la società spagnola e quella senegalese è stato firmato lo scorso venerdì 12 marzo. Nel contratto sono contenute le illusioni e il lavoro di molti mesi nella speranza che questo primo progetto un giorno possa aprire le porte a molti altri. «Sentì un grande conforto, un’immensa allegria e nello stesso tempo un po’ di paura dovuta a ciò che ne verrà fuori» ha detto la regista senegalese il lunedì successivo.
Queste due donne affrontano la sfida senza alcuna esitazione. «E non saremo le uniche. All’interno del gruppo ci affideremo a una direttrice di fotografia e ad una direttrice di produzione, oltre ai vari reparti senegalesi, algerini e spagnoli», dichiarava da parte sua Carmen de Miguel. Nel progetto si nota già la partecipazione algerina da parte del produttore Dahmane Ouzid e si continua la ricerca di ulteriori soci per rendere possibile la produzione.

Sokho è il nome e la storia di una bambina che conserva nel suo corpo esile tutta la determinazione di cui una donna africana può essere capace. Costretta a fuggire dal suo villaggio natale a causa delle invidie che risvegliano il suo carattere indomito, a Dakar, Sokho cade nelle mani di una donna che tenta di venderla per poter saldare un conto personale, ma la piccola riesce a fuggire. Sokho ha una meta e per niente al mondo è disposta ad abbandonarla: terminare la scuola e ottenere un posto nel miglior liceo di Dakar. Finisce a vivere in strada assieme a una banda di ragazzini che l’accettano con riluttanza. Vagabonda, ruba, vende... fa di tutto per poter mettere da parte il denaro sufficiente per iscriversi nella scuola. Solo una ragazza per ciascun corso potrà accedere all’ambito posto nel miglior liceo di Dakar. E Sokho semplicemente, non si arrende.

Il forum África Produce riproporrà i sei progetti africani, tra lungometraggi e documentari, per presentarli dinanzi ai produttori e responsabili delle programmazioni e coproduzioni televisive dei due paesi, durante la settima edizione del Festival de Cine Africano de Tarifa che si terrà tra il 21 e il 29 maggio prossimo. Oltre al sostegno da parte dell’AECID, organismo del Ministero delle Assunzioni Estere, África Produce conta anche sulla collaborazione della Consejeria de Cultura de la Junta de Andalucía.

Per maggiori informazioni:
Carlos A. Domínguez
Tel. +34 954272800
E-mail: carlos@fcat.es

Versione stampabile: Enregistrer au format PDF
fine_sezione
title_news
lunedì 18 marzo 2019

La cittadinanza come luogo di lotta

Il prossimo venerdì 29 marzo 2019 dalle ore 18:30 alle 20:30 il nostro Leonardo De Franceschi (...)

lunedì 18 marzo 2019

Io sono Rosa Parks alla Feltrinelli

Sono tutti Rosa Parks i 12 ragazzi e ragazze di #ItalianiSenzaCittadinanza protagonisti di Io (...)

lunedì 18 marzo 2019

UNAR 2019: Diversi perché unici

Come ogni anno, in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni (...)

martedì 5 marzo 2019

Afrofuturismo Femminista

Sabato 9 marzo alle ore 18, nell’ambito della Fiera dell’editoria delle donne Feminism, alla (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha