title_news_large
domenica 6 giugno 2010

Gli attentati di Casablanca visti da Ayouch

Il regista marocchino Nabil Ayouch (Ali Zaoua, Whatever Lola Wants) ha presentato il progetto del film Les etoiles di Sidi Moumen durante il Festival di Cannes, nel quadro dell’atelier organizzato dalla Cinéfoundation. Il film s’inspira agli attentati di Casablanca del marzo 2003 ed è adattato dal romanzo omonimo dello scrittore Mahi Binebine, che ricostruisce la storia degli attentatori, nati tutti nella stessa bidonville di Sidi Moumen. Le riprese del film inizieranno in novembre a Casablanca e a Fès. Il budget previsto è di circa 3 milioni di euro.

«Lungi dal fare l’apologia del terrorismo», Ayouch cerca, attraverso questo film, di «comprendere come cinque ragazzi normali, in grado di provare amicizia, amore, con una famiglia dietro (per la maggior parte) hanno potuto, in un momento della loro vita, prendere una strada che li avrebbe portati all’atto atroce che hanno commesso». Per il regista, si tratta di vittime di «uno sfruttamento e soprattutto di una manipolazione della loro miseria, della loro ignoranza, della loro mancanza di educazione», da parte degli islamisti che «travisano la religione per traviare le menti».

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha