title_news_large
venerdì 23 marzo 2007

Un apartheid cinematografico all'italiana

Un interessante saggio di Ezio Godoli, L’architettura dei cinema nelle colonie italiane, compreso nel secondo fascicolo di «Opus Incertum», semestrale del Dipartimento di storia dell’architettura e della città dell’Università di Firenze, fa luce su un aspetto poco indagato negli studi sulla politica culturale del regime fascista, vale a dire l’applicazione anche al cinema, in terra coloniale, delle leggi razziali del ’38.
Dopo la proclamazione dell’Impero, quando i territori della cosiddetta Africa Orientale Italiana cominciarono a essere considerate un mercato potenziale, il governo varò dei provvedimenti di stampo segregazionista che interessavano anche la costruzione delle sale. Per scoraggiare ogni promiscuità, la legge n. 1004 del 29 giugno 1939 (Sanzioni penali per la difesa del prestigio di razza di fronte ai nativi dell’Africa italiana) impone al «cittadino italiano metropolitano di razza ariana» il divieto d’accesso alle sale destinate esclusivamente ai nativi. L’articolo 12 fissa addirittura una sanzione: «Il cittadino che, nei territori dell’Africa Italiana, frequenti abitualmente luoghi aperti al pubblico riservati ai nativi è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda fino a lire duemila».
Una lettura edificante, per nostalgici, revisionisti e non.

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha