title_news_large
martedì 27 marzo 2007

Il Palmarès di Friburgo

Si è chiusa ieri la 21. edizione del Festival International de Films de Fribourg. Se il Gran Premio è andato al brasiliano A Casa de Alice di Chico Teixeira, molti i premi speciali attribuiti a film africani. Il Premio speciale della giuria è infatti stato assegnato al film Roma wa la n’touma - Rome plutot que vous, opera prima dell’algerino Tariq Teguia. Due le menzioni speciali attribuite al film tunisino Junun, del drammaturgo e regista teatrale e cinematografico co-fondatore del Nuovo Teatro tunisino Fadhel Jaibi, ricompensato con la menzione della giuria del pubblico e di quella della giuria ecumenica. Il Premio della giuria ecumenica e il Premio "Don Quijote" della giuria FICC sono andati invece al film Le Cercle des noyés di Pierre-Yves Vandeweerd (Belgio/Francia). Infine, come ogni anno, il festival ha acquisito i diritti di circolazione per tre film, tra cui il ciadiano Daratt di Mahamat Saleh-Haroun: il film, grazie al festival, sarà dunque distribuito in Svizzera dalla Trigon Film.

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha