title_news_large
venerdì 3 dicembre 2010

Intrecci mediterranei in Sardegna

Domani, sabato 4 dicembre, inizia la rassegna di cortometraggi del Mediterraneo Passaggi d’Autore: intrecci mediterranei, curata dal Circolo del Cinema “Immagini” a Sant’Antioco (CI), cittadina del sud della Sardegna che ospita la manifestazione fin dalla sua prima edizione del 2005.
L’edizione 2010 festeggia il sesto anno con un programma ricchissimo, che idealmente congiunge la Sardegna a tutto il Mediterraneo, “dall’isola al Mare nostrum”.
I film sono tutti in lingua originale sottotitolati in italiano.

Il titolo della manifestazione assume quest’anno un significato particolare alla luce della proclamazione da parte dell’ONU del 2010 come Anno Internazionale della Biodiversità, intesa sia dal punto di vista biologico, sia culturale. La rassegna è quindi l’occasione per creare "intrecci mediterranei", ossia incontri tra culture diverse che convergono nel piccolo centro della Sardegna per presentare le eccellenze dell’arte cinematografica del Mediterraneo, da secoli bacino d’incontro importante per la crescita economica e culturale.
La rassegna inizia il 4 dicembre con una retrospettiva dedicata a Salvatore Mereu e continua nelle tre giornate del 6-7-8 dicembre con il filo conduttore degli “Intrecci mediterranei”, un melting pot di culture nel bacino del Mediterraneo: registi e film provenienti da ben dieci paesi diversi, dal Marocco alla Croazia, dalla Palestina alla Tunisia, passando per l’Italia e la Sardegna, che torna ad essere sempre più un’isola crocevia di culture diverse.

Collaborano alla realizzazione di questa sesta edizione: Association Culturelle Afrique-Méditerranée di Sousse (Tunisia), ECAM (Escuela de Cinematografia y del Audiovisual de la comunidad de Madrid), La Fémis (Ecole nationale supérieure des métiers de l’image e du son de Paris), Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, Festival CinemAmbiente di Torino, ALBA - Academie Libanaise Des Beaux-Arts di Beirut, IESAV - Université Saint Joseph di Beirut, FLC - Fondation Liban Cinema.

Tra i corti africani in cartellone, segnaliamo: Fatma di Samia Charkioui (Marocco, 2009), Primo Premio al Festival du Court Métrage Mediterranéen di Tangeri; L’Ambouba di regia di Nadia Rais (Tunisia, 2009); El Djinn di Yasmine Chouikh (Algeria, 2010); Des enfants dans les arbres di Bania Medjbar (Francia-Algeria, 2009), alla presenza della regista.
Sito: www.passaggidautore.it

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha