title_news_large
lunedì 31 gennaio 2011

Il Sundance premia vari titoli black

Il 30 gennaio si sono chiusi i battenti del Sundance Film Festival. Il palmarès vede allineati diversi titoli da noi segnalati, a testimonianza della volontà da parte del festival di marcare una certa politica di promozione delle culture black.
Il Premio del Pubblico per la sezione Film Drammatico è andato al film Kinyarwanda del giamaicano nero Alrick Brown, girato in Rwanda e prodotto da un sopravvissuto al genocidio. Nella stessa sezione, il premio per la miglior fotografia è andato invece a Bradford Young per Pariah della nera Dee Rees.

Tra i documentari statunitensi, il Premio Speciale della Giuria è andato a Being Elmo: A Puppeteer’s Journey, di Constance Marks, omaggio al marionettista Kevin Clash e al suo amatissimo pupazzo Elmo, che appartiene alla famiglia dei Muppets di Jim Henson. Il premio della fotografia è andato invece a The Redemption of General Butt Naked, girato in Liberia. Nella sezione Documentari del mondo, infine, il premio per il montaggio è stato conferito al film The Black Power Mixtape 1967-1975, editato da Goran Hugo Olsson e Hanna Lejonqvist, e diretto dallo stesso Olsson.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha