title_news_large
mercoledì 7 settembre 2011

Venezia 68: Un "Cime tempestose" in nero

Presentato in concorso a Venezia l’ultimo adattamento dal classico di Emily Brontë Cime tempestose, diretto dalla regista britannica Andrea Arnold, al suo terzo lungometraggio, dopo Red Road e Fish Tank, entrambi insigniti del Premio della giuria a Cannes. Fra le novità più significative della trasposizione, la scelta da parte della regista di affidare il ruolo del co-protagonista Heatcliff a un interprete nero, il 21enne James Howson, afroinglese di Leeds alla sua prima esperienza cinematografica.

"Un modo per sottolineare la diversità tra i due, nel romanzo della Brontë che ho riletto più volte e che mi ha portato all’ossessione per Heathcliff, lui è probabilmente uno zingaro, io ho scelto un attore nero per mostrare quello che la piccola comunità della brughiera mette in atto per tutta la vita di Heathcliff, ossia la caccia al diverso. Lui è come un alieno arrivato in quei posti".

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha