title_news_large
lunedì 19 settembre 2011

La rivoluzione tunisina a Bologna

La guerra in Iraq vista con gli occhi di una bambina, le lotte dei pacifisti israeliani, la vita delle persone disabili in Mozambico: dal 6 al 9 ottobre a Bologna arriva il Terra di Tutti Film Festival, con film e documentari da tutto il mondo su migrazioni, lotta alla povertà, difesa dell’ambiente, sovranità alimentare, al cinema Lumière di Bologna (via Azzo Gardino 65, ingresso gratuito).
Focus di questa edizione sarà la rivoluzione tunisina, con la presenza del regista Mourad Ben Cheikh, ospite del festival, che presenterà Plus jamais peur (La Khaoufa Baada Al’Yaoum), già in cartellone a Cannes. Nel documentario, un’avvocatessa, una giovane blogger, un giornalista, un internato psichiatrico ripercorrono i 30 giorni che hanno cambiato il volto della Tunisia, mentre le immagini postate sul web dagli stessi rivoluzionari raccontano da vicino gli avvenimenti intercorsi tra il 17 dicembre 2010 (quando l’ambulante Mohammad Bouazizi si diede fuoco per protesta) fino alla fuga di Ben Ali del 14 gennaio 2011.
Viene dalla Tunisia anche Sophia Baraket, giovane fotografa del gruppo Artocracy (www.artocracy.com), che al festival presenterà un progetto di democrazia per immagini grazie al quale le icone pubbliche di Ben Ali sono state rimpiazzate con centinaia di gigantografie che ritaggono i volti dei comuni cittadini. Si tratta di “Inside Out”, progetto lanciato a livello globale dal vincitore del Ted Prize 2011, l’artista francese Jr.

Sito ufficiale: http://www.terradituttifilmfestival.org/

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha