title_news_large
venerdì 3 maggio 2013

Saleh: dai graffiti al thriller in Svezia

Il produttore, animatore e regista svedese di origini egiziane Tarik Saleh — Metopia (2009), Future Film Festival Digital Award a Venezia — sta completando le riprese del suo nuovo film, Tommy.
Stavolta Saleh (negli anni ’90 tra i principali artisti di graffiti in Svezia) racconta il mondo criminale di Stoccolma, dove lo sceneggiatore Anton Hagwall ha ambientato la storia del ritorno di Estelle e di sua figlia Isabel. L’anno precedente erano fuggite insieme al marito e padre Tommy, autore di una delle rapine più ricche nella storia della città. Ora la donna vuole la sua parte, prima di sparire e ricominciare una nuova vita con la famiglia. Il denaro, però, non c’è più.
Prodotto da Kristina Åberg (la stessa di Metopia), la major svedese Svensk Filmindustri lo distribuirà in patria a febbraio 2014.
Fonte: Cineuropa

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha