title_news_large
mercoledì 3 luglio 2013

Mohamed e il pescatore su Rai Storia

Il documentario prodotto e realizzato dalla friulana Quasar Multimedia verrà trasmesso oggi, mercoledì 3 luglio, su RAI STORIA (canale 54 digitale terrestre) alle 21.30.

“Non puoi dimenticare chi ti salva la vita…”: Mohamed e il pescatore racconta la toccante e vera vicenda di Mohamed Dafa, giovane ragazzo originario della Mauritania, uno dei tanti che decidono per necessità e urgenza di intraprendere i cosiddetti ‘viaggi della speranza’ attraversando il Mediterraneo su barconi di fortuna per raggiungere le coste italiane. Ogni anno con i primi caldi estivi, le cronache dei telegiornali italiani, si affollano di tragiche notizie in cui decine di persone perdono la vita in mare, ed altre arrivano stremate nei porti del Sud d’Italia.

La storia di Mohamed è comune a tante altre, se di straordinario non avesse il fatto d’essere l’unico sopravissuto tra i suoi 47 compagni di viaggio. In 6 giorni ha visto impazzire, rassegnarsi, lasciarsi andare e morire tutti, uno ad uno. Tutte le imbarcazioni incontrate mentre il gommone cominciava ad imbarcare acqua e poi a sfaldarsi, si erano allontanate alle loro richieste di aiuto, tranne quella di Vito Cittadino, un brioso e coraggioso capitano Mazarese, che ha salvato Mohamed, quando ormai era in fin di vita.

Ottenuto il permesso umanitario come rifugiato in Italia, ma non trovando lavoro, Mohamed si reca in Francia da alcuni parenti, ma nel cuore conserva sempre un senso di profonda gratitudine per quell’uomo che gli ha salvato la vita. Decide così di ritornare il Italia, su sollecito dello stesso Vito, e di intraprendere con lui il mestiere di pescatore a Mazara del Vallo, ritornando su quel mare che per poco non lo uccideva.

“Diventa un ago una persona in mezzo al mare”, ricorda lo stesso Vito, rievocando il salvataggio del ragazzo, attraverso le suggestive immagini del documentario che mischiano le interviste in presa diretta con immagini che rievocano la tragedia dei tanti naufraghi del Mediterraneo.

Prodotto da Marta Zaccaron, per Quasar Multimedia, che ne è anche autrice insieme a Ludovica Jona, e al regista romano Marco Leopardi, Mohamed e il pescatoreè stato proiettato dall’ICS di Trieste in occasione della giornata Mondiale del Rifugiato, tenutasi il 20 giugno scorso.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

JCC: due premi per Fatwa

Si è da poco conclusa la 29ma edizione delle Journées Cinématographiques de Carthage a Tunisi, il più importante festival di cinema dedicato alle (...)

Siamo con MEDITERRANEA

Mediterranea è una piattaforma di realtà della società civile arrivata nel Mediterraneo centrale dopo che le ONG, criminalizzate dalla retorica (...)

Atlantico Festival

Arriva al centro sociale TPO di Bologna - il 22 e 23 settembre - la prima edizione di ATLANTICO, un festival che intende esplorare e valorizzare (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha