title_news_large
mercoledì 10 luglio 2013

L'Italia postcoloniale in un libro

A Tuba, la libreria delle donne nell’isola pedonale di Pigneto a Roma (via del Pigneto, 19) venerdì 12 luglio alle 19 è in programma la presentazione di uno dei saggi più interessanti usciti nel corso degli ultimi anni sul nostro Paese inteso come terra di frontiera postcoloniale, crocevia di percorsi, storie e memorie di immigrazione. Postcolonial Italy. Challenging National Homogeneity, questo il titolo del volume curato da Cristina Lombardi Diop e Caterina Romeo per Palgrave MacMillan, mette a sistema a partire da un approccio interdisciplinare solidamente inquadrato molte delle intelligenze più feconde nel dibattito italiano su questi temi e orientate a una prospettiva postcoloniale o di multiculturalismo radicale, da Triulzi a Portelli, da Mezzadra a Mellino, con innesti angloamerican dosati e intelligenti (O’Healy, Duncan, Greene, Giuliani Caponetto) e contributi di studiosi più giovani. Ne emerge il quadro di una società e di una cultura italiana molto più complesse, vivaci e in fermento di quanto non si sia abituati a concepire, storditi dal diluvio quotidiano di informazioni e racconti che piegano la nostra percezione del reale, lasciando deliberatamente fuori campo le voci delle mille subalternità di genere, di classe, culturali e razziali.

Appuntamento allora a venerdì 12 luglio alle 19. Alla libreria Tuba di Roma saranno presenti le autrici Caterina Romeo e Cristina Lombardi-Diop. A moderare il tutto Olivia Fiorilli, con un’introduzione di Sara Antonelli.

Infoweb: Tuba | Palgrave.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha