title_news_large
lunedì 22 luglio 2013

Diritti Umani al Salento Finibus Terrae

Dal 20 al 28 luglio si svolge il Salento Finibus Terrae (Festival Internazionale del cortometraggio).

Domani, 23 Luglio 2013, inizieranno le prime proiezioni della sezione Diritti Umani all’interno della quale saranno presentati lavori provenienti da tutto il mondo che abbiano come tema quello della salvaguardia dei diritti umani fondamentali.
Il primo film in concorso all’interno della sezione sarà Il turno di notte lo fanno le stelle del regista Edoardo Ponti: un cortometraggio pluripremiato nel mondo e interpretato da Nastassja Kinski, Julian Sands, Enrico Lo Verso e lo scrittore Erri De Luca, che racconta di un uomo solitario e una donna sposata, entrambi da poco operati al cuore, che affrontano insieme la scalata di una parete nelle Dolomiti.
Tra gli altri film selezionati per Diritti Umani segnaliamo anche il cortometraggio Poveri diavoli, ambientato in Puglia e diretto da Ahmed Hafiene, attore tunisino che ha lavorato in molti film italiani, tra i quali La giusta distanza di Carlo Mazzacurati, Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio di Isotta Toso, e La cosa giusta di Marco Campogiani. Poveri Diavoli racconta di immigrati che lavorano su pescherecci e della ribellione di questi ultimi contro il loro datore di lavoro.

L’ingresso alle proiezioni è gratuito fino ad esaurimento posti.

Fonte: Salento Finibus Terrae

[Alice Casalini]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha