title_news_large
martedì 29 ottobre 2013

Sciabica: messaggi da Lampedusa

Dopo l’immane tragedia del 3 ottobre a Lampedusa, i riflettori si spengono, ma i "sommersi e i salvati" rimangono, così come le storie di chi rimane e dei "pescatori di uomini" che hanno mostrato umanità e solidarietà.

Ieri, alla fine della presentazione di "L’Africa in Italia" su Radio3Mondo, la giornalista Anna Maria Giordano ha ricordato questo bellissima iniziativa: SCIABICA, ovvero una piattaforma digitale lanciata da Fabrica che raccoglie le storie, le testimonianze, le voci, i ricordi... le grida di protesta e i piccoli grandi segni di solidarietà da Lampedusa.

Come viene spiegato sul sito:

"Sciabica è una parola di origine araba e significa rete da pesca. Per Fabrica, Sciabica è la rete gettata a raccogliere ora, dopo il clamore mediatico, le storie di chi rimane. I tempi di queste storie sono lenti, non combaciano con quelli serrati della cronaca. Sono i tempi di chi continua a vivere qui, ora che i riflettori sono spenti, e cerca di mettere ordine: in mare, per strada, nel proprio animo.

Sciabica è una piattaforma digitale che accoglie il grido di protesta o il moto di solidarietà della vita che continua. Pizzini digitali, versione contemporanea dei siciliani pizzini di carta, popolano Sciabica con le foto e i racconti degli uomini di mare di Lampedusa che hanno soccorso i naufraghi..."

Allora leggiamo e diffondiamo...
http://sciabica.tumblr.com/

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha