title_news_large
domenica 19 gennaio 2014

I critici USA premiano McQueen e Kechiche

Dopo i Golden Globes, sono stati assegnati anche i Critics’ Choice Movie Awards, premi della critica statunitense, che confermano gli orientamenti già emersi nella corsa agli Oscar dell’anno. 12 anni schiavo si aggiudica la statuetta più ambita per il miglior film, ma anche quella per la sceneggiatura (John Ridley) e per l’attrice non protagonista (Lupita Nyong’o).
Buona affermazione anche per La vita di Adele di Abdellatif Kechiche, che ha convinto i critici statunitensi, premiato come miglior film straniero e per il miglior interprete emergente (Adele Exarchopoulos). Premio speciale Joel Siegel Award a Forest Whitaker.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha