title_news_large
domenica 9 febbraio 2014

Il box office francese che guarda a sud

Nel 2013, sette film del sud, francofoni e produttivamente corealizzati in un paese africano, sono stati distribuiti in Francia. Il più apprezzato è risultato Aya de Yopougon, tratto dalla nota graphic novel di Marguerite Abouet e diretto dalla stessa Abouet con Clément Oubrerie. Il film, la cui voce principale è stata affidata alla diva franco-senegalese Aïssa Maïga e in lizza come miglior film d’animazione, ha avuto 142.087 spettatori.

Seguono, in ordine: Rock the Casbah (Laïla Marrakchi, Marocco), 63.079 spettatori; Les Chevaux de Dieu (Nabil Ayouch, Marocco), 28.991 sp.; Grigris (Mahamat-Saleh Haroun, Ciad), 27.997; Tey (Aujourd’hui) (Alain Gomis, Senegal), 15.119 sp.; Millefeuille (Beautés cachées) (Nouri Bouzid, Tunisia), 13.453 sp., Nesma (Homeida Béhi, Tunisia) 841 sp.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha