title_news_large
domenica 23 febbraio 2014

Call Me Kuchu vince il Mese del Documentario

Alla seconda edizione di Il Mese del Documentario, festival diretto da Christian Carmosino ed Emma Rossi Landi, hanno partecipato quasi 10.000 spettatori durante le cinque settimane di proiezioni. La novità di quest’anno è che i 10 documentari finalisti hanno raggiunto il pubblico di ben 13 città, ottenendo un notevole successo non solo in Italia (a Roma, Bologna, Firenze, Napoli, Nola, Nuoro, Palermo, Torino) ma anche in quattro capitali europee (Barcellona, Berlino, Londra e Parigi.)
Per la sezione internazionale, è stato sempre il pubblico a votare e a decretare il miglior film tra i cinque finalisti. Ha sbaragliato la concorrenza con una percentuale davvero elevata (4,41 su 5 di gradimento) il documentario Call Me Kuchu delle americane Katherine Fairfax Wright e Malika Zouhali-Worral. Il film, incentrato sulle vicende estremamente attuali degli attivisti LGBT in Uganda, ha partecipato a più di 100 festival e ha vinto decine di premi tra cui il Teddy Award per il miglior documentario al Festival di Berlino 2012 e l’Amnesty International Human Rights Award al Festival di Durban 2012.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha