title_news_large
venerdì 13 luglio 2007

A Natale il western under 14 di Bensalah

Promette di essere uno dei titoli di punta del prossimo Natale, in Francia ma anche da noi, visto che la Videa-CDE l’ha già annunciato in cartellone per la prossima stagione. Si tratta di Big City, quarto lungometraggio firmato dal 31enne Djamel Bensalah, francese di Saint Denis ma di origini algerine. I più lo ricordano per la sua vivace commedia d’esordio, Le Ciel, les oiseaux... et ta mère con cui nel 1999 contribuì a lanciare il talento comico di Jamel Debbouze. Dopo il mezzo passo falso di Le Raid (2002) e il felice ritorno alle origini in salsa farsesca di Il était une fois dans le Oued (2005), stavolta, con alle spalle la Gaumont e un budget di 12 milioni di euro, è alle prese con un progetto ambizioso. Un western girato fra Stati Uniti, Canada e Bulgaria, con un cast composto esclusivamente da bambini. Insomma, Big City sta a Bugsy Malone (Piccoli gangster, 1976) di Alan Parker come il western stava al gangster movie.
La storia è quella di un villaggio nel selvaggio west in cui gli adulti accorrono in aiuto di una carovana attaccata dagli indiani, lasciando all’indomani il paese nelle mani dello scemo del villaggio, di un vecchio ubriacone e dei loro figli. Dopo l’iniziale smarrimento, i ragazzini finiscono per occupare professioni e ruoli sociali dei genitori, fino a quando il villaggio stesso non viene attaccato da una tribù di indiani.
Come ha raccontato il regista, pur attraverso i registri della commedia e la situazione archetipica dello scontro coloni-indiani, sarà inevitabile inserire riferimenti a conflitti di civiltà e recrudescenze razziste assai più familiari e vicine. In attesa dell’uscita, vale la pena dare un’occhiata al ricco sito ufficiale del film (www.bigcity-lefilm.com), dove è possibile trovare fotogallery, backstage, una rassegna stampa e il link al blog.

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha