title_news_large
lunedì 12 maggio 2014

FCAAAL 2014: il Palmarès

A poche ore dalla premiazione, ecco tutti i vincitori della 24ma edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina di Milano.

CONCORSO LUNGOMETRAGGI “FINESTRE SUL MONDO”

La Giuria composta da Felice Laudadio, Khalo Matabane e Ananda Scepka assegna il Premio Comune di Milano - Miglior Lungometraggio Finestre sul mondo - 10.000 € al film Bastardo di Nejib Belkadhi (Tunisia/Francia/Qatar, 2013, 106’)

Vai alla nostra recensione del film

CONCORSO MIGLIOR FILM AFRICANO

La Giuria composta da Lorenzo di Las Plassas, Antonella Catena e Giulio Sangiorgio assegna il Premio Gruppo Bancario Credito Valtellinese - Miglior Lungometraggio Africano - 4.000 € al film Bastardo di Nejib Belkadhi (Tunisia/Francia/Qatar, 2013, 106’)

CONCORSO CORTOMETRAGGI AFRICANI

La Giuria composta da Lorenzo di Las Plassas, Antonella Catena, Giulio Sangiorgio assegna il Premio Vodafone al Miglior Cortometraggio Africano 2.000 € al film Afronauts di Frances Bodomo (Ghana/USA, 2014, 13’ )

CONCORSO EXTR’A

- Premio Fondazione ACRA-CCS - 1.000 € al film
Va’ pensiero. Storie ambulanti di Dagmawi Yimer, Italia, 2013, 56’

Menzioni speciali a Il futuro è troppo grande di Giusy Buccheri e Michele Citoni (Italia, 2014, 75’) e Striplife - Gaza in a Day di Nicola Grignani, Alberto Mussolini, Luca Scaffidi e Valeria Testagrossa (Italia/Palestina, 2013, 65’)

PREMI SPECIALI

Premio Arnone – Bellavite Pellegrini Foundation
al film The Rice Bomber di Cho Li (Taiwan, 2013, 118’ )
Il premio, che consiste nell’acquisizione dei diritti di distribuzione in Italia, è assegnato al miglior film che affronti i temi della globalizzazione, della governance e della legalità.

Premio CEM – Mondialità
al film Twaaga di Cédric Ido (Burkina Faso/Francia, 2013, 30’)
Il premio, che consiste nell’acquisizione dei diritti di distribuzione in Italia, è assegnato al miglior cortometraggio africano sui temi del dialogo interculturale da una Giuria composta da ragazze e ragazzi tra i 15 e i 18 anni di Milano: Maria Anzalone, Anna Brocchini, Stefano Cunich, Deborah Dziezynski, Sabrina Elmzaili, Pavel Giusto, Kalil Jebaci, Florida Likja, Andrea Monaldini, Angela Moschino, Alice Palma, Rumi Rahman, Ashe Sola, Federica Zanin.

Premio CINIT
al film Les souliers de l’Aïd di Anis Lassoued (Tunisia, 2013, 32’ )
Il premio, che consiste nell’acquisizione dei diritti di distribuzione in Italia, è assegnato ad un cortometraggio africano.

Premio CUMSE
al film Zakaria di Leyla Bouzid (Francia/ Tunisia, 2013, 27’)
Il premio, che consiste nell’acquisizione dei diritti di distribuzione in Italia, è assegnato ad un cortometraggio o documentario africano da una giuria di rappresentanti delle comunità straniere di Milano e da volontari del CUMSE.

Premio ISMU
al film Margelle di Omar Mouldouira (Marocco/Francia, 2013, 29’)
La Fondazione Ismu (Iniziative e Studi sulla Multietnicità) assegna un premio al miglior cortometraggio del Festival con valore pedagogico. Il Premio consiste nell’acquisizione dei diritti di distribuzione in Italia ed è assegnato da una giuria composta di docenti.

Premio Il Razzismo è una Brutta Storia
al film Zakaria di Leyla Bouzid (Francia/ Tunisia, 2013, 27’)
L’associazione Il Razzismo è una brutta storia e le Librerie laFeltrinelli assegnano un riconoscimento speciale al miglior film della sezione dedicata ai temi del razzismo e dell’integrazione.

Premio SIGNIS (OCIC e UNDA)
al film Des étoiles di Diana Gaye (Senegal/Belgio/Francia, 2013, 88’)
Il premio è assegnato da The World Catholic Association for Communication. La giuria è composta da Gaetano Liguori, Andrea Lavagnini e Vanessa Lanari.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha