title_news_large
domenica 18 maggio 2014

Cannes 67. Philippe Lacôte pensa a Poe

Philippe Lacôte, regista ivoriano qui a Cannes in concorso alla sezione Un certain regard con la sua opera prima RUN, ha già annunciato il suo secondo film, che sarà un adattamento molto libero da un romanzo di Edgar Allan Poe, If God Says Yes: «si svolgerà a la Maca, la prigione di Abidjan. Si parlerà di amore e naufragi, di pirati in cerca del santo Graal, di perversione. Siamo alla ricerca di partner».

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha