title_news_large
domenica 8 giugno 2014

Al Griot il doc sulle miniere in Sudafrica

Il 10 agosto 2012 i minatori di una delle più grosse miniere di platino del Sudafrica, Marikana, iniziano uno sciopero a oltranza per chiedere un aumento dei salari. Sei giorni dopo la polizia interviene brutalmente per sopprimere lo sciopero, uccidendo 34 minatori e ferendone molti altri. Miners Shot Down del sudafricano Rehad Desai ripercorre l’evolversi di questa vicenda dal punto di vista dei minatori, contro cui si schierarono non solo la compagnia mineraria Lonmin, ma anche l’African National Congress e lo stesso sindacato del settore (la National Union of Mineworkers). Il quadro che emerge mostra la collusione ai vertici e l’innescarsi della spirale della violenza, che risultano nel primo massacro del dopo apartheid.

Domenica 15 giugno, alle 19.00, La libreria Griot a Roma (Via di Santa Cecilia 1/A) presenta questo straordinario documentario. La proiezione sarà introdotta da Sandro Triulzi. Miners Shot Down sta per uscire nelle sale sudafricane ed è già vincitore di diversi premi internazionali. Su richiesta del regista, Rehad Desai, e della casa produttrice, Uhuru Productions, le proiezioni del documentario saranno anche un’occasione per far conoscere la campagna di raccolta fondi a sostegno dei minatori dell’industria del platino, di nuovo in sciopero da oltre quattro mesi. Per informazioni sul documentario e sulla campagna si può consultare il sito Miners Shot Down.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha