title_news_large
venerdì 4 luglio 2014

Il MedFilmFestival compie 20 anni

Si apre oggi la 20ma edizione del MedFilmFestival (4-11 luglio) che si svolgerà a Roma tra la Casa del Cinema, il MAXXI-Museo delle arti del XXI secolo.
Il festival inizia subito in bellezza con la proiezione dell’ultimo lavoro di Mohamed Khan, storico regista egiziano che presenta il suo Factory Girl, film che concorre nella ormai consolidata sezione Amore e Psiche (Concorso Lungometraggi). Tra i film di questa sezione segnaliamo anche altri due lungometraggi, l’algerino Bloody Beans debutto alla regia di Narimane Mari, un film che affronta la guerra d’Algeria sfruttando il particolare punto di vista dei bambini e Challat of Tunis della tunisina Kaouther Ben Hania.
All’interno della sezione Concorso documentari, Premio Open Eyes, segnaliamo il film del regista Sherief Elkatsha, nato negli Stati Uniti e cresciuto in Egitto, Cairo Drive: il documentario girato tra il 2009 e il 2012, quindi prima e durante la Primavera araba, è un’analisi dei cambiamenti che stanno avvenendo in Egitto.
Tra i cortometraggi, nella sezione Premio Methexis, troviamo Selma di Mohamed Ben Attia e The Target di Munir Abbar, The Aftermath of the Inauguration of the Public Toilet at Kilometer 37 di Omar el Zohairy e infine Wooden Hand di Kaouther Ben Hania.
Il programma ricco di questa edizione prevede l’assegnazione del premio alla carriera al regista Paul Vecchiali che presenta, in anteprima internazionale, al festival due dei suoi ultimi lavori, Faux accords e La Cérémonie. Altro premio alla carriera sarà consegnato a Mario Martone.
In occasione della 20ma edizione, il MedFilmFestival ha introdotto una sezione, Med 20, dove sono sopitati importanti autori rappresentati del cinema del Mediterraneo tra i quali il marocchino Daoud Aoulad-Syad che presenterà il suo film En attendant Pasolini (2007).

Per info e programma: http://www.medfilmfestival.org/

[Alice Casalini]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha