title_news_large
mercoledì 6 maggio 2015

FCAAAL 2015: il programma del 6 maggio

Auditorium San Fedele
(Via Hoepli, 3, Milano)

ore 15
L’homme au chien di/by Kamal Lazraq (replica)
Marocco/Francia, 26’ – Arabo con sott. eng e Ita / CC

ore 17
Excuse Me While I Disappear di/by Michael MacGarry ( replica )
Sudafrica/Angola, 19’ – Portoghese con sott. Ita / CC

a seguire

Le Challat de Tunis di/by Kaouther Ben Hania (replica)
Tunisia/Francia/EAU, 89’ – Arabo con sott. eng e Ita / CL

ore 19.15
Le crocodile du Botswanga di/by Fabrice Eboué, Lionel Steketee
Francia, 88’ – Francese con sott. eng e Ita / ST
Leslie Konda, giovane calciatore francese di talento, scoperto nella sua adolescenza da Didier un mediocre allenatore, riesce a firmare un buon contratto con una squadra spagnola. L’improvvisa notorietà attira su di lui l’attenzione di Bobo Babimbi, Presidente della Repubblica del Botswanga, piccolo Stato dell’Africa Centrale da cui Leslie proviene. Giunto nel suo paese d’origine per essere decorato, Leslie si accorge ben presto che il Presidente è un dittatore megalomane e paranoico, vittima dell’influenza nefasta della moglie. Il Presidente e l’avido Didier si alleano per convincere Leslie a giocare nella squadra nazionale dei Coccodrilli del Botswanga…

ore 21
Passage à niveau di/by Anis Djaad
Algeria, 23’ – Arabo con sott. eng e Ita / CC
Da più di trent’anni un vecchio guardiano di passaggio a livello veglia, di giorno come di notte, sulla sicurezza del passaggio ferroviario. Un giorno il postino gli consegna una lettera diversa dal solito che lui non sa leggere. Questo evento eccezionale altera la sua quotidianità…

a seguire

The Narrow Frame of Midnight di/by Tala Hadid
Marocco/Francia/Qatar/UK, 93’ – Arabo, francese con sott. eng e Ita / CL
Venduta dai suoi genitori, la piccola Aïcha si ritrova in balia di un criminale, Abbas, coinvolto nel traffico di minori verso l’Europa. Zacaria è uno scrittore marocchino-iracheno che si è lasciato tutto alle spalle per cercare il fratello arruolatosi in un gruppo mussulmano rivoluzionario. I loro destini si incrociano brevemente. La fuga di Aicha e il viaggio in Irak di Zacaria sono traiettorie umane in un paese dove miseria, violenza e fondamentalismo condizionano la vita di tutti.

Spazio Oberdan
(Piazza Oberdan, Milano)

ore 15
Jikoo, la chose esperée di/by Christophe Leroy, Adrien Camus
Francia/Senegal, 52’ – Francese con sott. eng e Ita / FILMS THAT FEED
Nel 2011 il Delta del Saloum in Senegal diventa patrimonio mondiale dell’umanità. Nella zona sono attivi molti progetti di organismi internazionali ma nel villaggio di Bakadadji nessuno dei contadini ne ha mai beneficiato. Tutti i soldi vanno nel parco o finiscono nei filtri delle amministrazioni locali e la semplice richiesta dei contadini di avere un recinto per difendersi dai facoceri, che regolarmente rovinano il loro raccolto, non viene mai accolta. I gestori del parco vorrebbero che il villaggio vivesse di turismo, mentre gli abitanti vogliono continuare a coltivare i campi. “Il turismo non è la soluzione è solo della polvere negli occhi. La vita si costruisce poco alla volta come un nido d’uccello, erba per erba” dice il capo villaggio che si fa portavoce di una saggezza antica.

ore 21.15
Père di/by Lotfi Achour
Tunisia/Francia, 18’ – Arabo con sott. eng e Ita / CC
Un giorno Hedi carica sul suo taxi una donna che sta per partorire. Questo breve incontro finirà per sconvolgere tutta la sua vita. Riflessione sulla paternità e sugli imprevedibili sviluppi delle relazioni di coppia.

Cinema Beltrade
(Via Nino Oxilia, 10, Milano)

ore 21
The March of the Gods. Botswana Metalhead di/by Raffaele Mosca
Italia, 90’ – Inglese con sott. Ita / EX
Il Botswana può vantare un’interessante scena rock metal tra le più vivaci dell’Africa sub sahariana. In particolare c’è una band, i Wrust, che dal 2002 sta collezionando piccoli successi arrivando ad organizzare concerti in Sudafrica come quello dei Sepoltura. Nonostante ciò, difficilmente riescono a varcare i confini dell’Africa. Il loro stile è qualcosa di più di uno stile musicale: è uno stile di vita, una filosofia che si intreccia con la situazione politica ed economica del loro paese.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha