title_news_large
venerdì 12 giugno 2015

Legge contro sessismo in Marocco

Un progetto di legge che vieta le pubblicità a contenuto sessista per le donne è stato approvato dalla Camera dei rappresentanti del Marocco. Proibito diffondere stereotipi negativi, che incitino alla discriminazione delle donne in ragione del loro sesso.
Dopo l’ondata di puritanesimo che ha travolto il paese nelle ultime settimane, con la denuncia di Jennifer Lopez, l’arresto di due rappresentanti di Femen a Rabat e la censura del film Much Loved di Nabil Ayouch che racconta la giornata di quattro prostitute di Marrakech, questo progetto di legge segna un punto in controtendenza.
All’interno del piano del ministero della Comunicazione per allineare il Marocco alla sua Carta costituzionale e inserirlo in un quadro di diritto internazionale, il progetto di legge sulla pubblicità cade a pochi giorni dall’inizio del Ramadan, quando le tv nazionali farciscono i programmi di spot sul cibo: donne ai fornelli e stereotipi sessisti à gogo.
Fonte: Ansamed

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: il mondo a 360 gradi

Si terrà a Milano, dal 23 al 31 marzo, la 29a edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina – FESCAAAL, l’unico in Italia (...)

Francofilm 2019: il cinema cresce quando viaggia

Inizia domani la decima edizione di Francofilm - Festival del Film Francofono di Roma, che si svolgerà fino al 14 marzo presso l’Institut Français (...)

Fespaco 2019: la denuncia delle cineaste non allineate

A due giorni dalla fine del Fespaco ci è giunta la notizia di un’azione di denuncia e boicottaggio organizzata da due collettivi di donne cineaste: (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha