title_news_large
venerdì 12 giugno 2015

Legge contro sessismo in Marocco

Un progetto di legge che vieta le pubblicità a contenuto sessista per le donne è stato approvato dalla Camera dei rappresentanti del Marocco. Proibito diffondere stereotipi negativi, che incitino alla discriminazione delle donne in ragione del loro sesso.
Dopo l’ondata di puritanesimo che ha travolto il paese nelle ultime settimane, con la denuncia di Jennifer Lopez, l’arresto di due rappresentanti di Femen a Rabat e la censura del film Much Loved di Nabil Ayouch che racconta la giornata di quattro prostitute di Marrakech, questo progetto di legge segna un punto in controtendenza.
All’interno del piano del ministero della Comunicazione per allineare il Marocco alla sua Carta costituzionale e inserirlo in un quadro di diritto internazionale, il progetto di legge sulla pubblicità cade a pochi giorni dall’inizio del Ramadan, quando le tv nazionali farciscono i programmi di spot sul cibo: donne ai fornelli e stereotipi sessisti à gogo.
Fonte: Ansamed

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

JCC: due premi per Fatwa

Si è da poco conclusa la 29ma edizione delle Journées Cinématographiques de Carthage a Tunisi, il più importante festival di cinema dedicato alle (...)

Siamo con MEDITERRANEA

Mediterranea è una piattaforma di realtà della società civile arrivata nel Mediterraneo centrale dopo che le ONG, criminalizzate dalla retorica (...)

Atlantico Festival

Arriva al centro sociale TPO di Bologna - il 22 e 23 settembre - la prima edizione di ATLANTICO, un festival che intende esplorare e valorizzare (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha