title_news_large
sabato 3 ottobre 2015

Ottobre africano omaggia il Burkina Faso

Domani, domenica 4 ottobre 2015, il centro culturale Monk di Roma (via Giuseppe Mirri 35) ospita una serata d’eccezione in onore del Burkina Faso, paese che vive una fase di difficile transizione verso la democrazia, dopo l’uscita di scena del padre padrone Blaise Compaoré, che l’ha tenuta sotto un tallone di ferro per ben 27 anni (1987-2014). Il programma della serata, che si svolge nell’ambito di Ottobre africano, il festival diretto da Cléophas Adrien Dioma e che si svolge lungo tutto il mese in ben otto città (oltre a Roma, Torino, Milano, Varese, Parma, Reggio Emilia, Bologna e Napoli), prevede la presenza di ospiti di primo piano come il rapper senegalese Dj Awadi e Samsky Le Jah e Smokey, fondatori del Balai Citoyen, movimento di protesta che in Burkina Faso ha costretto il dittatore alla fuga.

Il via alle 18.00 con la proiezione di Barefoot Revolution (52’, Burkina Faso) di Christian Carmosino, film documentario che racconta con interviste sul luogo e documenti inediti la nascita e le vicende del Balai Citoyen. Durante la serata è previsto un collegamento con il regista che attualmente si trova in Burkina Faso per documentare l’evolversi della situazione, allo scopo di completare una versione più lunga di Barefoot Revolution.

A seguire, una conferenza dal titolo “Società civile e democrazia in Africa”, durante la quale i musicisti porteranno la propria testimonianza e discuteranno dell’attuale situazione nel Paese in seguito alla fuga del dittatore.
Chiude la serata alle 21.00 il concerto del Dj Awadi in onore del popolo burkinabè.

Per ulteriori informazioni, vi rimandiamo al sito e alla pagina Facebook di Ottobre africano.

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha