title_news_large
giovedì 14 aprile 2016

Un certain regard: la primavera egiziana

Fra le anticipazioni da sottolineare per la prossima edizione del Festival di Cannes, anche un film egiziano selezionato in concorso nella sezione Un certain regard.
Si tratta del regista Mohamed DIAB, in lizza con il suo ESHTEBAK (CLASH): un film politico sulle rivoluzioni arabe. Ispirato da un fatto reale, il regista al suo secondo lungometraggio affronta il fondamentalismo islamico con un thriller che si sviluppa interamente in un furgone della polizia, dopo le dimostrazioni avvenute in seguito all’espulsione di un membro, Mohamed Morsi, dalla Fratellanza Musulmana, il 3 luglio 2013. Obbligati a coesistere nello stesso claustrofobico contesto, gli attivisti pro e contro la Fratellanza Musulmana si confronteranno tra loro, in un’alternanza studiata di dramma e commedia.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha