title_news_large
lunedì 10 settembre 2018

Venezia75: alle GdA due premi per Joy

Alle Giornate degli Autori della Mostra di Venezia ben due premi sono andati a Joy della regista iraniana Sudabeh Mortezai: il premio LABEL EUROPA CINEMAS per il miglior film europeo e il premio HEARST FILM AWARD - BEST FEMALE DIRECTOR.

Ad annunciare il film vincitore della quindicesima edizione dei Label Europa Cinemas è stata una giuria composta da quattro esercenti del circuito di Europa Cinemas Network: Klara Bogusławska (Kinoteka Multiplex, Varsavia, Polonia), Mathieu Guetta (Majestic Bastille, Parigi, Francia); Ezio Leoni (Il Lux, Padova, Italia) e Christine Müh (Kommunales Kino, Pforzheim, Germania). La giuria ha motivato il premio con la seguente dichiarazione:
«Joy è un film commovente e realizzato con grande cura, che affronta la questione del traffico sessuale, una piaga che colpisce tutta l’Europa. Il film possiede uno stile documentario che ne fa risplendere autenticità e credibilità. In questo modo riusciamo a comprendere la vita quotidiana della protagonista, Joy, le sue lotte e la ricerca di dignità nelle complesse dinamiche di potere presenti in un mondo parallelo al nostro. Il film provocherà un dibattito ovunque sarà visto, e siamo lieti che questo premio possa favorirne la diffusione in Europa».

La regista Sudabeh Mortezai ha inoltre ricevuto il premio per la miglior regista, con le seguenti motivazioni:
«Ci sono immigrati che anche i razzisti tollerano senza problemi. Sono le donne come Joy, prostitute bambine ridotte a schiave. Accade oggi nell’Austria governata dalla destra. Ma non è diverso da ciò che accade in Italia, qui e ora. Joy ci chiede di non chiudere gli occhi sulla realtà».

Joy, prodotto dalla compagnia austriaca Freibeuter Film e venduto nel mondo da Films Boutique, è un resoconto preciso e ben realizzato dell’esperienza di una ragazza nigeriana in Europa che la porta dal suo villaggio a vivere per anni come prostituta in Austria.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

FESCAAAL 2019: Tezeta e le piccole zebre del MiWY

La grande novità di questa 29a edizione del Festival del Cinema Africano d’Asia e America Latina di Milano è la nascita di uno spin-off, un vero e (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha