title_news_large
mercoledì 3 ottobre 2007

Scrittori africani in salotto a Roma

Sono iniziati lo scorso 26 settembre con lo scrittore algerino Tahar Lamri gli appuntamenti con la letteratura africana a Roma, a cura dell’Associazione di Promozione e Difesa dei Diritti Erythros presso il Centro Policulturale Baobab (via Cupa, 5). Gli incontri si svolgeranno fino al mese di novembre ogni mercoledì alle 18 e daranno l’opportunità di conoscere alcune delle voci più interessanti della letteratura africana contemporanea. Voci spesso italofone che esprimono un felice connubio, una proficua fusione tra le culture africane di origine e la patria italiana di adozione, come nel caso di Ubax Cristina Ali-Farah originaria della Somalia che presenterà oggi 3 ottobre il suo romanzo Madre piccola.
I prossimi appuntamenti:
10 ottobre: Jorge Canifa, Racconti in altalena (Capoverde)
17 ottobre: Filomeno Lopez, Occhi di bambino (Guinea)
24 ottobre: Gabriella Ghermanti, Regina di fiori e di perle (Etioipia)
31 ottobre: Paul Bakolo Ngoi, Chi ha mai sentito russare una banana? (Repubblica Democratica del Congo)
7 novembre: Ndjock Ngana, Poesie (Camerun)
14 novembre: Maria Lourdes De Jesus, Racordai. Vengo da un’isola di Capo Verde (Capo Verde)
21 novembre: Raffaele Masto / Abreha Tekle, Libera. L’odissea di una donna eritrea in fuga dalla guerra (Italia/Eritrea)

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha