title_news_large
giovedì 11 ottobre 2007

I colori del London Film Festival

Si apre tra pochi giorni la 51. edizione del London Film Festival (17 ottobre-1 novembre 2007), festival organizzato dal British Film Institute per dare spazio al meglio del cinema mondiale. Spulciando nel ricchissimo cartellone, anche alcuni titoli di interesse panafricano. Innanzi tutto, La Graine et le mulet del tunisino Abdellatif Kechiche, reduce dal successo alla Mostra di Venezia: la saga di una famiglia franco-maghrebina raccontata con il tempo giusto, da composizione musicale, un piccolo grande segreto per un film che uscirà presto in Italia grazie a Lucky Red. Dalla Gran Bretagna, troviamo il film Exodus della regista Penny Woolcock - anch’esso presentato a Venezia: una dolorosa rilettura della pagina biblica, in cui l’Egitto è diventato una Europa futuribile ormai definitivamente blindata, etnicamente e socialmente ripulita, in cui i nuovi ebrei – profughi, immigrati, disoccupati di lunga data, senza dimora e dannati tutti della terra – vivono relegati in un superghetto chiamato Dreamland. Tra i film statunitensi, da segnalare Talk To Me di Kasi Lemmons, che si ispira alla figura del giornalista radiofonico Ralph Waldo “Petey” Green, diventato il simbolo della coscienza civile e la voce della comunità afroamericana nei turbolenti anni Sessanta americani. Nella sezione riservata a classici ed a film restaurati, da segnalare invece il capolavoro di Charles Burnett: Killer of Sheep, nella versione restaurata dall’UCLA di Los Angeles già presentata all’ultimo festival di Berlino. Infine, tra i documentari, In Prison My Whole Life di Marc Evans, che sarà presentato in contemporanea con la Festa di Roma, con il sostegno di Amnesty International: il film narra la vita di Mumia Abu Jamal, il giornalista afroamericano ex membro delle Pantere Nere condannato a morte nel 1982 per il presunto omicidio di un agente di polizia.
Per il programma completo, andate sul sito del festival: www.bfi.org.uk

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha