title_news_large
giovedì 20 dicembre 2007

Due documentari sulla Fortezza Europa

Fortress Europe è una rassegna stampa che dal 1988 ad oggi cura un osservatorio sulle vittime dell’immigrazione, per mantenere la memoria delle vittime della frontiera: 11.529 morti, di cui 4.134 dispersi. Sono soprattutto naufragi, ma anche incidenti stradali di tir carichi di uomini nascosti insieme alle merci. È il caldo nel Sahara o le nevi dei valichi montuosi, sono le mine dei campi di Evros, in Grecia, sono gli spari della polizia marocchina, dell’esercito turco o le torture delle carceri in Libia e Algeria. Per chi viaggia da sud, in un modo o nell´altro, di frontiera non è difficile morire... Tanto per fare un esempio solo nel mese di novembre 2007 i morti ai confini dell’UE sono stati 127, mentre si arriva a 1.470 morti dall’inizio dell’anno.
Per saperne di più rimandiamo a due documentari visionabili on line e scaricabili sul sito di Fortress Europe: Errances africaines. Aux avampostes du continent di Reda Benjelloun, realizzato nel 2004 e messo in onda dal canale televisivo marocchino 2M, e Traversée clandestine di Gregoire Deniau, Guillaume Martin e Emmanuel Charieras, realizzato nel 2005 per la trasmissione Envoyé Special di France2.
Fortress Europe: http://fortresseurope.blogspot.com/

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha