title_news_large
venerdì 4 gennaio 2008

Cous cous d'autore per iniziare bene l'anno

Parliamo del film Cous cous (La Graine et le mulet) del regista franco-tunisino Abdellatif Kechiche, che uscirà finalmente in sala il prossimo 11 gennaio, grazie a Lucky Red, in 30 copie di cui almeno tre in versione originale sottotitolata.
Chissà se anche in Italia il film otterrà lo stesso successo avuto in Francia: Prix Louis Delluc, grande favorito ai prossimi César, copie lievitate da 90 a 150, dopo tre settimane di programmazione e una standing ovation di dieci minuti alla fine della prima alla Cinémathèque di Parigi. Ce lo auguriamo di cuore, anche grazie ai premi ricevuti a Venezia (dove è stato dichiarato il “vincitore morale” della Mostra), che dovrebbero sicuramente invogliare a vederlo in sala: il Gran premio della giuria e il Premio miglior attrice rivelazione ad Hafsia Herz.
Del resto, già con i primi due film, Kechiche non è certo passato inosservato: con Tutta colpa di Voltaire (La Faute à Voltaire) aveva esordito al Lido, alla Settimana della Critica, nel 2000; mentre con La schivata (L’Esquive), delicato racconto di formazione sentimentale, aveva stupito il salotto buono del cinema francese, portandosi a casa quattro César (film, regista, sceneggiatura, attrice rivelazione).
Nato a Tunisi e francese di adozione, Kechiche ha esordito come attore, recitando prima a teatro e poi per il cinema, lavorando, tra gli altri, con Abdelkrim Bahloul (Le Thé à la menthe, Un Vampire au paradis), Nouri Bouzid (Bezness), André Techiné (Les Innocents).
Con Cous cous (La Graine et le mulet), Kechiche torna anche questa volta a raccontarci la storia quotidiana di una Francia interculturale, attraverso i sogni, le difficoltà e la speranza di una vita migliore di una famiglia di origine maghrebina, nella città portuale di Sète, attraverso il cibo e la musica.

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha