title_news_large
giovedì 24 gennaio 2008

L'Occidente visto dai media arabi

Si svolgerà al Teatro Palladium dell’Università Roma Tre una rassegna dedicata a "L’Occidente visto dai media arabi", curata dalla giornalista e studiosa del mondo arabo Donatella Della Ratta e sostenuta dalla Fondazione RomaEuropa. Le proiezioni e gli incontri si terranno sabato 26 e domenica 27 gennaio dalle ore 15, a ingresso libero fino a esaurimento posti.
Il progetto intende presentare una selezione di programmi televisivi arabi che trattano - direttamente o indirettamente - il tema dell’Occidente, delle sue culture e delle sue politiche. Programmi televisivi prodotti dalle principali emittenti arabe, dei generi più diversi: dai telegiornali ai talk show politici, dalle soap opera ai programmi religiosi, fino ad arrivare ai reality show.
In anteprima assoluta verranno proiettate due puntate della soap opera del regista siriano Najdat Anzour, Il tetto del mondo, che racconta della reazione del mondo arabo all’indomani della pubblicazione delle caricature del profeta Maometto apparse sui giornali danesi nel 2005.
Alla rassegna saranno presenti anche note personalità dei media arabi. Oltre a Najdat Anzour, anche il giornalista di Al Jazeera Faisal Qassem, forse il giornalista più famoso di tutto il mondo arabo, che con il suo programma Direzioni opposte ha provocato vere e proprie crisi diplomatiche fra il Qatar e vari altri stati arabi, affrontando tutti gli argomenti più tabù per il pubblico televisivo arabo.
Per informazioni: www.teatro-palladium.it

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha