title_news_large
martedì 23 gennaio 2007

Fuori le nominations: "Dreamgirls", "Babel" e "Indigènes" in pole position

Poche ore fa, Salma Hayek e Sid Ganis, direttore dell’Academy of Motion Picture Arts & Sciences, hanno annunciato le attese nominations per la 79. edizione degli Oscar. E già i commenti fioccano sul dato più singolare: l’afromusical Dreamgirls con Jamie Foxx, Eddie Murphy e Beyoncé, il 26 in uscita anche in Italia, ha ottenuto il maggior numero di candidature, ben otto (attore e attrice non protagonista, scenografia, costumi, missaggio, più tre nominations nella categoria Miglior canzone originale), ma non quella per il miglior film. Candidature pesanti invece le sette di Babel (film, regista, sceneggiatura originale, montaggio, colonna sonora, più due entries nella categoria Miglior attrice non protagonista). Ben piazzato nella graduatoria anche Blood Diamond (Diamanti di sangue), con cinque candidature tra cui quella per DiCaprio come Miglior attore: se la dovrà vedere con due afrostar del calibro di Forest Whitaker (già Golden Globe per L’ultimo re di Scozia) e Will Smith (La ricerca della felicità). Se gli spagnoli Javier Fesser e Luis Manso hanno buone chances di portarsi a casa la statuetta del Miglior cortometraggio con il toccante Binta y la gran idea, girato in Senegal, milioni di arabi e africani faranno il tifo per il campione d’incassi francese Indigènes di Rachid Bouchareb, candidato nella cinquina dei film stranieri. Bouchareb, già candidato nel ’94 con Poussières de vie, ha dichiarato di aver già preparato il posto per la statuetta, promettendo ai membri dell’Academy di spolverarla una volta a settimana. Appuntamento al 25 febbraio per la premiazione.

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha