title_news_large
mercoledì 12 marzo 2008

A Parigi il primo festival di cinema tunisino

Inizia domani la prima edizione del Festival du Film Tunisien de Paris (13-15 marzo 2008), grazie al quale la ville lumière si illumina dei colori, dei volti e delle storie di un cinema sempre più vivo, che ci invita al viaggio dall’altra parte del Mediterraneo. Un cinema pieno di poesia, ma anche un cinema militante, che esprime, spesso in maniera intima e sofferta, il desiderio di liberarsi dal peso delle costrizioni sociali, politiche, culturali. Un cinema coraggioso, che guarda al futuro: non è un caso che il festival sia organizzato dall’associazione dei Giovani Tunisini (Jeunes Tunisiens).
In programma sono previsti 8 lungometraggi, 18 corti, 6 documentari e un film di animazione (Les Naufragés de Carthage, una delle ultime produzioni di Ahmed Bahaeddine Attia scomparso nel 2007).
La selezione prevede alcuni film del maestro Nouri Bouzid, tra cui l’ultimo intenso Making of, e, tra i documentari, lo scoppiettante VHS Kahloucha di Nejib Belkadhi. Segnaliamo inoltre l’eclettico Nawfel Saheb-Ettabaa, che ha lavorato sia nel documentario che nella finzione (in cartellone è il magnifico melodramma El Kotbia) e un film giovane e coraggioso, che merita sicuramente più attenzione anche grazie ai due bravi attori, Elle et Lui di Elyes Baccar (con Mohamed Ali Ben Jemaa, Anissa Daoud).
Accanto alle proiezioni sono previsti anche alcuni concerti di musicisti e gruppi tunisini, tra cui il talentuoso gruppo underground Neshez, tra l’altro autori della colonna sonora del film VHS KAhloucha.
Per il programma completo delle proiezioni e degli appuntamenti, rimandiamo al sito del festival: www.festivaldufilmtunisien.com

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha