title_news_large
giovedì 13 marzo 2008

Sguardi italo-africani a Mumbai

Chiude oggi la 10. edizione del Festival Internazionale di Mumbai (6-13 marzo 2008), ospitato nella città indiana della costa occidentale meglio conosciuta come Bombay. Il festival ha dedicato, come ogni anno, ampia visibilità alla cinematografia italiana: sei pellicole presentate, tutte inserite all’interno della sezione “Global Vision”.
Tra queste segnaliamo il documentario di Laura Muscardin Billo, le Grand Dakhaar, lucido sguardo sull’Italia di un immigrato clandestino senegalese, prima coproduzione fra Italia e Senegal, e la grande coproduzione internazionale a firma Mibac/Istituto Luce Il colore della libertà (Goodbye Bafana) del regista danese Bille August, sugli anni della detenzione di Nelson Mandela a Robben Island, ispirati proprio al libro delle memorie dal carcere di Mandela.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha