title_news_large
venerdì 4 aprile 2008

Martin Luther King: He Had a Dream

Il 4 aprile del 1968, a Memphis, viene assassinato Martin Luther King, pacifista e leader del movimento per i diritti civili degli afroamericani.
In occasione del 40° anniversario della morte di Martin Luther King, il Comune di Roma, insieme con la città di Birmingham, in Alabama, che all’epoca del movimento per i diritti civili fu teatro di una lotta spietata fra razzisti e dimostranti nonviolenti, organizza una serata culturale con lo scopo di favorire la più ampia divulgazione del messaggio del leader nero, nel corso della quale verrà anche assegnato il "Premio Martin Luther King per i diritti umani".
L’evento principale si svolgerà oggi in piazza del Campidoglio a partire dalle 19.30. Il programma prevede una prima parte dedicata alla memoria e all’attualità del messaggio di Martin Luther King, durante la quale si commemorerà il quarantennale della morte del leader nero. Un filmato sulla vita e sulle lotte di King traccerà la storia del movimento per i diritti civili da lui guidato mostrando come dall’incubo possa nascere il sogno.
La seconda parte del programma sarà invece costituita dalla cerimonia di assegnazione del "Premio Martin Luther King", mentre la conclusione della serata verrà affidata al concerto gratuito dell’Orchestra di piazza Vittorio.
Per informazioni più dettagliate sul programma della serata rimandiamo al sito del Comune di Roma.

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha