title_news_large
martedì 8 luglio 2008

Benhadj al Festival Eternal Tour

Prosegue dal 3 luglio e fino al 17, all’interno di numerose e prestigiose location della Capitale, il Festival Eternal Tour, che si ricollega alla tradizione del Grand Tour del XVIII secolo, ed è concepito come sperimentazione allo stesso tempo scientifica e artistica. Lo scopo della manifestazione, come dichiarano gli organizzatori, è raccontare una Roma diversa, che racchiude il mondo nel suo grembo: «ll confronto con lo straniero e dunque col "diverso", che tanta parte ha oggi nel dibattito sull’immigrazione, sembra condurre infatti ad una prospettiva per taluni aspetti un po’ sterile, che considera l’integrazione come un processo unilaterale in cui lo straniero è tenuto a fondersi col tessuto sociale ospitante per potersi considerare pienamente accettato. Al posto di questa visione del fenomeno, proponiamo le interazioni come un processo osmotico tra viaggiatori e ospiti, residenti e visitatori, chi arriva, chi parte e chi c’è sempre stato. Ciò non è in fin dei conti nulla di nuovo, ma solo il rilievo d’un processo - il mutuo scambio tra culture - che per secoli ha prodotto le sue inestimabili creazioni, anche e soprattutto in una città come Roma».

All’interno del ricco calendario degli eventi, vi segnaliamo la sezione Migratour - Film, suoni, istallazioni sul tema dell’immigrazione, curata dall’associazione Apollo 11, e in particolare la serata di dopodomani, giovedì 10 luglio, in programma alle ore 21 presso il Piccolo Apollo (Via Conte Verde, 51). In cartellone il reading Cittazioni - La citta’ evocata e raccontata dai Poeti di Portico 47, cui partecipa anche l’eritrea Ribka Sibhatu.
A seguire, la proiezione in anteprima del film Il Compito (2007, 25’), opera del regista algerino Rachid Benhadj (Touchia, Mirka), che vive e lavora a Roma da anni. Il film racconta attraverso gli occhi di un bambino una giornata nel call center in cui lavora la madre, immigrata sudamericana. Sfilano diversi personaggi di cui il bambino immagina le storie di vita. Sviluppato nell’ambito del progetto Il Cantiere delle storie / Voci dell’immigrazione, il film è liberamente ispirato ad una storia vera.

Info:
Festival Eternal Tour (www.eternaltour.org)
Apollo 11 (www.apolloundici.it)

[Leonardo De Franceschi]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha