title_news_large
lunedì 6 luglio 2009

Fortress Europe: giugno 2009

Diminuiscono i morti alle frontiere. Per la prima volta negli ultimi tre anni. Nel primo semestre del 2009 le vittime censite dalla stampa internazionale lungo le rotte dell’emigrazione nel Mediterraneo sono state 434, a cui vanno aggiunte le 25 persone scomparse lungo le frontiere terrestri, tra cui i tre ragazzi finiti sotto i camion nei porti italiani dell’Adriatico. Lo scorso anno, nello stesso periodo, i morti documentati erano stati 985.
I dati – basati sulle notizie della stampa internazionale - sono stati diffusi dall’osservatorio Fortress Europe. Il motivo principale della diminuzione dei naufragi è la oggettiva diminuzione del numero degli arrivi. Soprattutto in Italia e in Spagna. Dall’avvio dei respingimenti in Libia, il 7 maggio, gli sbarchi in Sicilia si contano sulle dita di una mano. E alle isole Canarie, in Spagna, non c’è stato nessuno sbarco nei mesi di aprile e maggio, e a giugno le barche giunte sull’arcipelago sono state molto poche. Effetto dei respingimenti in alto mare, e dei pattugliamenti congiunti operati da Frontex in Senegal e Mauritania.
Tuttavia è ancora presto per confrontare i dati. Dalla stampa dei paesi del sud del Mediterraneo arrivano infatti pochissime notizie sul tema. Per cui non si può dire con certezza se i morti siano diminuiti o se semplicemente i naufragi avvengano in zone più lontane dagli occhi delle nostre telecamere, sotto costa libica, o in alto mare.

Vai al rapporto completo di giugno

Vai al sito di Fortress Europe

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha