title_news_large
sabato 7 novembre 2009

Meeting sull’Africa ad Ancona

La società civile e le istituzioni locali dell’Africa e dell’Europa si confronteranno dal 13 al 15 novembre ad Ancona per progettare "nuove relazioni di giustizia". Al meeting internazionale parteciperanno politici, economisti e intellettuali, in quello spirito cui ha richiamato tutti il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, quando celebrando per la prima volta in modo solenne al Quirinale la Giornata per l’Africa ha detto che bisogna guardare all’Africa in modo nuovo.
"Vogliamo promuovere un dialogo autentico tra l’Europa e l’Africa che ci aiuti a risolvere i grandi problemi comuni del nostro tempo (povertà, guerre, migrazioni, distruzione dell’ambiente) e a costruire una nuova civiltà fondata sul riconoscimento e il rispetto reciproco", sottolineano in una nota i promotori.
Tra gli interventi in programma, il Premio Nobel per la Pace Richard S. Odino, la scrittrice, ed ex Ministra della Cultura del Mali, Aminata Traoré (anche interprete del film Bamako di Abderrahmane Sissako), la giornalista e scrittrice afro-antillana Sylvia Serbin, la suora comboniana e giornalista eritrea Elisa Kidané.
Il Meeting è promosso da Coordinamento nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, Coordinamento nazionale degli Enti Locali per e con l’Africa, Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Ancona, ChiAma L’Africa, CIPSI e Tavola della Pace.
Fonte: Agi

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha