title_news_large
sabato 7 novembre 2009

In sala tre film da non perdere

Il prossimo 13 novembre si annuncia come un week-end cinematografico molto caldo per gli amanti del cinema africano e delle sue diaspore, con ben tre film in uscita di interesse panafricano.
Giocando in casa, dopo un’ottima anteprima veneziana, arriva distribuito da Cinecittà Luce l’opera prima di Claudio Noce, Good Morning Aman: il grande Valerio Mastandrea e il debuttante Said Sabrie in un “passo a due” che rivela una insolita amicizia fra due perdenti, complementari e opposti. Un tema scottante come quello dell’integrazione che viene ripreso da Noce allontanando ogni falso buonismo, restituendo la realtà nuda e cruda per come si presenta oggi in Italia e in particolare a Roma.
Non meno importante l’uscita nelle sale italiane del film Il canto delle spose (Le Chant des mariées) della franco-tunisina Karin Albou, grazie alla piccola casa di distribuzione Archibald: ex autrice rivelazione con La petite Jerusalem, Karin Albou conferma il proprio talento con questo dramma di formazione al femminile, in una Tunisi sotto l’occupazione tedesca a fare da sfondo storico all’amicizia scandalosa fra due adolescenti tunisine, una musulmana e l’altra ebrea (interpretate dalle splendide e convicenti Lizzie Brocheré e Olympe Borval).
Infine, per gli amanti dei film d’azione e di fantascienza, ecco anche 2012, l’ultimo sci-fi catastrofico di Roland Emmerich distribuito dalla Sony, con un ricco cast che comprende anche tre star afroamericane del calibro di Danny Glover, Chiwetel Ejiofor e Thandie Newton: con l’avvento del 2012, che segna la fine del calendario maya, si scatenano catastrofi naturali su larga scala, come eruzioni, alluvioni e cicloni. È la fine del mondo?

[Maria Coletti]

fine_sezione
title_magazine_interno

Presenze africane sulla Croisette

Un po’ in ritardo segnaliamo alcuni dei titoli che sono presentati in questi giorni al 72° Festival di Cannes (14-25 maggio 2019). Per la prima (...)

FESCAAAL 2019: Rih rabani / Divine Wind

Presentato in anteprima mondiale a Toronto, Divine Wind (2018) del veterano Merzak Allouache era senz’altro tra i film più attesi in concorso al (...)

FESCAAAL 2019: tutti i premi

Sabato 30 marzo è stato il giorno delle cerimonie di premiazione del FESCAAAL di Milano. Ne parliamo al plurale, perché ce ne sono state due. La (...)

SOSTIENI CINEMAFRICA
title_newsletter
title_add_website


Inserisci il codice numerico
captcha